Coronavirus
13 Settembre 2021
15:49

Inghilterra, nei primi 6 mesi del 2021 solo l’1% dei morti Covid era stato vaccinato

Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale rappresentano in Inghilterra l’1,2% di tutti i morti di Covid-19 dei primi sei mesi del 2021, periodo in cui si sono registrati 51.281 decessi. È quanto emerge da un’analisi condotta dall’Office for National Statistics, a ennesima riprova che i vaccini funzionano.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale rappresentano in Inghilterra l'1,2% di tutti i morti di Covid-19 dei primi sei mesi del 2021, periodo in cui si sono registrati 51.281 decessi. È quanto emerge da un'analisi condotta dall'Office for National Statistics, che dimostra come la campagna di immunizzazione stia sortendo gli effetti sperati: abbattere la mortalità e ridurre il peso sulle strutture sanitarie. Il periodo preso in esame dai ricercatori è stato quello tra il 2 gennaio e il 2 luglio.

Tra le 51.281 morti registrate, solo 640 (1,2%) erano persone che avevano ricevuto entrambe le dosi di vaccino e alcune di queste si erano infettate prima di completare il ciclo vaccinale. Secondo l'Office for National Statistics, 458 decessi (lo 0,8%) riguardavano individui che hanno perso la vita almeno 21 giorni dopo la seconda dose. Solo 256 decessi (0,5%) riguardavano persone che erano state completamente vaccinate e avevano avuto il primo test PCR positivo almeno 14 giorni dopo la seconda dose. L'analisi inoltre dimostra che poco più di tre quarti di questi decessi (76,6%) si sono verificati tra soggetti estremamente vulnerabili e che si tratta prevalentemente di maschi (il 61,1%). I ricercatori hanno ricordato come nessun vaccino sia efficace al 100% contro l Covid-19 e che era stato previsto che alcune persone vaccinare avrebbero contrato la malattia e sarebbero decedute nonostante la protezione del vaccino. Public Health England (PHE) ha stimato che l'efficacia di due dosi contro il ricovero ospedaliero con infezioni della variante Delta – che ora è il ceppo dominante nel Regno Unito – è stata di circa il 94%.

Julie Stanborough, vicedirettore dell'Office for National Statistics, ha dichiarato: "La nostra nuova analisi mostra che, purtroppo, ci sono state morti tra  persone che erano completamente vaccinate. Tuttavia, abbiamo anche scoperto che il rischio di morte per COVID-19 è molto più basso tra le persone completamente vaccinate rispetto a quelle non vaccinate o che hanno ricevuto solo una dose. Ciò dimostra l'efficacia dei vaccini nel fornire un alto grado di protezione contro malattie gravi e morte".

27114 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni