826 CONDIVISIONI
Coronavirus
13 Luglio 2021
12:38

In Francia 1 milione di prenotazioni per il vaccino in una notte dopo stretta sul Green pass

Record di prenotazioni per il vaccino Covid in Francia: quasi un milione in una notte e 1,3 milioni fino a mezzogiorno di oggi dopo l’annuncio del presidente Emmanuel Macron dell’obbligatorietà del Green pass per accedere a musei, ristoranti, bar, aerei e treni: “Abbiamo vaccini, centri aperti ovunque e decine di migliaia di operatori sanitari, vigili del fuoco, operatori comunitari che vi stanno aspettando”. Il sito per gli appuntamenti, Doctolib, è andato offline.
A cura di Ida Artiaco
826 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

È partita ieri sera la corsa dei francese alla prenotazione del vaccino anti Covid dopo l'annuncio del presidente Emmanuel Macron che riguarda l'accesso a treni, arei, caffè e ristoranti solo per coloro che sono muniti di Green pass. In poche ore sono arrivate quasi un milione di prenotazioni, precisamente 926mila, per un totale di 20mila appuntamenti al minuto. Prenotazioni che sono diventate 1 milione e 300mila fino a mezzogiorno. Un record incredibile per uno dei paesi più vaccino-scettici del mondo, tanto è vero che lo stesso Macron, dopo aver esortato i suoi concittadini a vaccinarsi, è dovuto intervenire annunciando nelle scorse ore in un discorso televisivo nuove restrizioni ai movimenti che colpiranno soprattutto le persone non vaccinate.

Si tratta di un provvedimento reso necessario dall'avanzata della variante Delta e dalla priorità di evitare una nuova ondata epidemica. Così, da mercoledì 21 luglio per l’ingresso in diversi luoghi pubblici e privati come bar, ristoranti, centri commerciali e musei bisognerà presentare un "certificato COVID-19", che potrà avere chi è completamente vaccinato o è risultato negativo al virus tramite un tampone molecolare o antigenico, che però presto non sarà più gratuito (i prezzi variano dai 49 euro per il Pcr ai 29 per l’antigenico). Anche per prenotare un viaggio a lunga distanza in treno sarà necessario esibire un "certificato COVID-19". Per questo, nelle ore successive al discorso di Macron, per il quale "più vacciniamo meno spazio lasceremo virus", circa 925mila persone hanno prenotato un appuntamento per vaccinarsi, tanto che a un certo punto il sito per prenotare l’appuntamento in autonomia, Doctolib, è andato offline. "Siete tantissimi ad aver prenotato la somministrazione – ha scritto su Twitter il ministro della Salute Oliver Veran -. Va bene, abbiamo vaccini, centri aperti ovunque e decine di migliaia di operatori sanitari, vigili del fuoco, operatori comunitari che vi stanno aspettando".

Finora, secondo quanto riferito dal quotidiano Le Monde, sono stati completamente vaccinati 27,3 milioni di francesi, cioè circa il 40 per cento della popolazione complessiva. Il 53 per cento ha invece ricevuto una dose singola del vaccino. Cifre non basse, ma comunque inferiori al resto d'Europa. In Italia, ad esempio, sono state vaccinate il 45,01 per cento delle persone, mentre si stima che circa il 60 per cento abbiano ricevuto almeno una dose. Anche Germania, Spagna e Belgio hanno dati migliori rispetto a quelli di Parigi.

826 CONDIVISIONI
27058 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni