6 Giugno 2019
13:15

“Ha ucciso 25 pazienti con overdose di antidolorifici”, medico americano rischia l’ergastolo

William Husel, un medico dell’Ohio, è stato accusato di omicidio per la morte di 25 pazienti causata da overdose di antidolorifici. L’ospedale presso cui lavorava ha scoperto che aveva ordinato dosi di farmaci eccessive e potenzialmente letali di oppioidi per molti pazienti ricoverati in terapia intensiva.
A cura di Susanna Picone

Un medico statunitense, dello Stato dell'Ohio, è stato accusato della morte di venticinque pazienti che avrebbe ucciso con una overdose di antidolorifici. Il medico, il quarantatreenne William Husel, ha lavorato presso l'ospedale Mount Carmel Health System di Columbus dal 2015 al 2018 e, a quanto emerso, in quel periodo avrebbe ordinato dosi di farmaci eccessive e potenzialmente letali di oppioidi per ventinove pazienti, inclusi cinque le cui condizioni potevano ancora migliorare. Sono stati i vertici dell’ospedale a scoprirlo e poi a licenziarlo dopo un breve periodo di sospensione. Ora Husel – che secondo il suo avvocato non intendeva uccidere i suoi pazienti – è in carcere e rischia l’ergastolo. Il procuratore della contea di Franklin, Ron O'Brien, ha spiegato che molti dei pazienti in terapia intensiva non erano vigili e “se qualcuno non prova dolore, non c'è alcuna ragione medica legittima” per amministrare dosi potenzialmente fatali di fentanil. Il procuratore ha anche spiegato che il personale medico interrogato è stato trattato come testimone e non prevede che nessun altro sarà accusato degli omicidi.

Dall'ospedale risarcimenti alle famiglie per centinaia di migliaia di dollari – Contro il medico e il sistema ospedaliero sono state presentate più di venti cause legali per omicidio colposo e le famiglie dei pazienti deceduti hanno detto che i loro cari sono morti per overdose, per negligenza o intenzionalmente a causa degli antidolorifici ordinati da William Husel. Qualcuno ha anche ipotizzato di essere stato ingannato sulla gravità delle condizioni dei propri cari. Per il momento l’ospedale si è scusato pubblicamente con le famiglie e ha già risarcito alcuni dei casi civili per centinaia di migliaia di dollari.

Cuneo, Anna Piccato uccisa per una birra: il killer Ermanno Bianco non avrà l'ergastolo
Cuneo, Anna Piccato uccisa per una birra: il killer Ermanno Bianco non avrà l'ergastolo
Ipnotizzava le pazienti e poi abusava di loro: condannato a 5 anni medico di Cuneo
Ipnotizzava le pazienti e poi abusava di loro: condannato a 5 anni medico di Cuneo
Covid in Olanda, gli ospedali si preparano al codice nero: dovranno decidere chi salvare
Covid in Olanda, gli ospedali si preparano al codice nero: dovranno decidere chi salvare
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni