111 CONDIVISIONI

Ferito in un attentato Robert Fico, primo ministro slovacco: è in coma farmacologico dopo l’operazione

Robert Fico, primo ministro slovacco è stato ferito da colpi di arma da fuoco. È stato trasportato in ospedale.
A cura di Annalisa Cangemi
111 CONDIVISIONI
Immagine

AGGIORNAMENTO: Il primo ministro slovacco Robert Fico, leader populista vicino a Orban e Putin, è stato ferito da colpi di armi da fuoco e l'aggressore è stato arrestato dalla polizia. Il primo ministro è stato portato in ospedale in elicottero. La notizia è stata diffusa dall'agenzia di stampa slovacca Tasr. Il governo slovacco ha riferito che Fico "è tra la vita e la morte". Il ministro della Difesa slovacco, Robert Kalinak, ha detto che Robert Fico è in condizioni "straordinariamente gravi", ed è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Secondo l'emittente TA3, Fico è stato posto in coma farmacologico dopo l'intervento. Ora, dicono, "tutto dipenderà dalle sue condizioni fisiche e dalla sua capacità di sopportare le ferite riportate".

"Fortunatamente, per quanto ne so, l'operazione" a cui è stato sottoposto il premier Robert Fico dopo l'attentato "è andata bene e credo che alla fine sopravviverà", ha detto in serata il vicepremier slovacco Tomas Taraba alla Bbc.

Cinque colpi, di cui uno allo stomaco, sono stati sparati contro il primo ministro slovacco, ha detto il ministro dell'Interno slovacco, Matus Sutaj Estok, nel corso di una conferenza stampa. "L'ho fatto perché sono in disaccordo con le politiche del governo", sono state le prime parole di Juraj Cintula, il 71enne che ha sparato al premier slovacco. Il ministro slovacco della Difesa Robert Kalinak ha affermato che l'attacco contro il premier Robert Fico è stata "un'aggressione politica".

Per il ministro degli Interni Matus Sutaj Estok, quello di oggi è il "momento più triste" nei 31 anni di storia della Slovacchia. "Un attacco alla Slovacchia è un attacco alla democrazia, allo Stato stesso", ha dichiarato. Il governo farà tutto il possibile per indagare su questo crimine "atroce", ha aggiunto.

Sull'account Facebook del premier è stato pubblicato un post: "Robert Fico è stato vittima di un attentato. Gli hanno sparato più volte e attualmente è in pericolo di vita. In questo momento viene trasportato in elicottero a Banská Bystrica, perché ci vorrebbe troppo tempo per arrivare a Bratislava, data la necessità di un intervento urgente. Le prossime ore saranno decisive".

Cosa è accaduto: l'aggressione

L'aggressione è avvenuta alla fine di una riunione del governo ad Hadlova, davanti alla Casa della Cultura. L'area antistante l'edificio è stata evacuata. L'attentatore, che si nascondeva tra la folla radunata davanti all'edificio dove stava parlando il primo ministro, è stato fermato da alcuni passanti e dalle forze di sicurezza.

Fico sarebbe uscito a salutare la folla quando sono stati sparati dei colpi d'arma da fuoco. La presidente del paese, Zuzana Čaputová ha condannato l'attacco "brutale": "Sono scioccata. Auguro a Roberto Fico tanta forza in questo momento critico per riprendersi dall'attacco", ha aggiunto.

Anche il ministro degli Interni ha confermato l'attacco: "Possiamo confermare che hanno sparato al primo ministro", ha detto il portavoce del ministro degli Interni, Matej Neumann. Si sarebbe trattato di un tentativo di assassinio, stando a quanto dichiarato dal portavoce del ministero dell'Interno di Bratislava, Matej Neumann, ripreso dal portale ‘Aktuality'. "Posso confermare che un tentativo di assassinio è stato compiuto contro il primo ministro", ha spiegato, pur non fornendo dettagli sulle condizioni dal capo del governo.

"Poco dopo le 14.30 abbiamo ricevuto informazioni sulla linea di emergenza di un uomo colpito da un proiettile a Handlova. Abbiamo inviato un elicottero di soccorso al paziente di 59 anni. L'intervento è ancora in corso", ha fatto sapere la Centrale Operativa del Servizio Medico d'Emergenza della Repubblica Slovacca.

Chi è l'attentatore che ha sparato a Robert Fico

Sarebbe stato un uomo di 71 anni, Juraj Cintula, originario di Levice, a sparare al primo ministro slovacco Robert Fico. Lo riporta l'emittente locale Tv Joj spiegando che la polizia lo ha fermato. Mentre era in manette, l'uomo ha comunicato con le forze dell'ordine. Contro l'aggressore è già stato avviato un procedimento penale per tentato omicidio con l'aggravante della premeditazione.

Il media slovacco Aktuality.sk ha contattato il figlio del sospetto aggressore del premier slovacco. L'uomo si è detto scioccato dalla situazione. Ha confermato che il padre aveva una pistola, posseduta legalmente. "Non ho assolutamente idea di cosa avesse in mente mio padre, cosa avesse pianificato, perché sia successo", ha detto. Alla domanda se avesse un rapporto di odio con il presidente del partito Smer, ha risposto: "Non ha votato per lui. Questo è tutto quello che posso dire al riguardo". L'uomo ha negato che suo padre avesse mai apertamente menzionato l'aggressione o l'uccisione del politico. Ha anche negato che l'uomo di 71 anni fosse un paziente psichiatrico. "Forse c'è stato qualche cortocircuito, non lo so".

Le reazioni

"La notizia del ferimento del Primo Ministro Robert Fico ha suscitato nel popolo italiano profonda emozione, un sentimento che condivido personalmente. Il criminale ed insensato gesto di violenza contro il capo del governo della Repubblica Slovacca costituisce un fatto di eccezionale gravità non soltanto per il suo paese ma per tutta l'Unione Europea. In questa drammatica circostanza giungano a Lei, Signora Presidente, alla famiglia Fico e all'amico popolo slovacco, unitamente all'auspicio di rapida guarigione del Primo Ministro, le espressioni della più sincera solidarietà della Repubblica Italiana e della mia vicinanza": è quanto scrive il Presidente Sergio Mattarella in un messaggio inviato alla Presidente della Repubblica Slovacca Zuzana Čaputova.

"Ho appreso con profondo sconcerto la notizia del vile attentato al Primo Ministro slovacco Robert Fico. Tutti i miei pensieri sono per lui, la sua famiglia e l'amico popolo slovacco", ha dichiarato la premier Giorgia Meloni. "Anche a nome del Governo italiano – ha aggiunto – desidero esprimere la più ferma condanna di ogni forma di violenza e attacco ai principi cardine della democrazia e delle libertà".

"Condanno fermamente il vile attacco al Primo Ministro Robert Fico. Tali atti di violenza non trovano posto nella nostra società e minano la democrazia, il nostro bene comune più prezioso. I miei pensieri vanno al Primo Ministro Fico e alla sua famiglia", ha scritto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen.

"Sono cose preoccupanti: la violenza in Europa potrebbe esserci, bisogna capire di cosa si tratta, è presto per fare un commento, non sappiamo se è una cosa terroristica, se è uno squilibrato, non sappiamo", ha detto ai giornalisti alla Camera il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, segretario di Fi, commentando l'attentato. Successivamente, a margine dell'incontro su ‘La Diplomazia della crescita verso Expo Osaka 2025', ha aggiunto: "Aspettiamo notizie ufficiali, ma vista l'età del sospettato, oltre settant'anni, sembra che la matrice non sia terroristica".

"Solidarietà mia e di tutta la Difesa alla Repubblica Slovacca per il tragico attentato di oggi. Sconvolto ed addolorato per quanto accaduto, condanno fermamente la violenza che ha colpito il cuore di una nazione amica. Seguo con apprensione l'evoluzione delle condizioni del premier Robert Fico a cui va la mia vicinanza e quella di tutti noi", ha commentato su X il ministro della Difesa, Guido Crosetto.

"Una notizia orribile e scioccante, quella dell'attentato al Primo Ministro slovacco Robert Fico. Seguiamo con grande apprensione gli sviluppi di questo attacco brutale e siamo vicini a lui, alla sua famiglia e al popolo slovacco", ha detto la segretaria del Pd, Elly Schlein.

"Apprendo con sgomento del vile attentato subito da Robert Fico, primo ministro della Repubblica slovacca, ferito da colpi di arma da fuoco. A lui e ai suoi cari la solidarietà e il sostegno della comunità Movimento cinque stelle, con la speranza di avere quanto prima notizie rassicuranti sul suo stato di salute", ha scritto su X il presidente del Movimento cinque stelle, Giuseppe Conte.

"Sono ore di dolore e angoscia per l'Unione Europea, per la Slovacchia e soprattutto per Robert Fico e la sua famiglia. Siamo tutti stretti in un abbraccio virtuale con lui", ha detto il leader di Italia viva, Matteo Renzi.

"Siamo veramente preoccupati per quanto sta succedendo, ormai sembra che non ci sia più nessun limite. Naturalmente tutto questo aumenta la violenza. I rapporti sono sempre più violenti e ci sono meno speranze di costruire rapporti sereni e di pace", ha detto il Segretario di Stato vaticano, Pietro Parolin, a margine di un evento all'ambasciata italiana presso la Santa Sede.

L'attentato al premier slovacco è "un crimine odioso", ha commentato il presidente russo Vladimir Putin, secondo quanto riferisce la Tass. "Conosco Robert Fico come un uomo coraggioso e dallo spirito forte. Spero vivamente che queste qualità lo aiuteranno a resistere a questa difficile situazione", ha detto Putin in un comunicato diffuso dal Cremlino.

Intervenuto anche il presidente ucraino Zelensky: "L'attacco al premier slovacco, Robert Fico, è spaventoso", ha scritto su X, condannando questo "atto di violenza contro il capo di un Paese vicino e partner". "Deve essere compiuto ogni sforzo per garantire che la violenza non diventi la norma in nessun Paese, forma o ambito", ha aggiunto il leader di Kiev. "Ci auguriamo sinceramente che Fico si riprenda presto ed esprimiamo la nostra solidarietà al popolo slovacco".

Una dura condanna dell'accaduto è arrivata anche dalla Casa Bianca: "Sono allarmato nell'apprendere notizie di un attacco al primo ministro slovacco Robert Fico. Jill e io preghiamo per una rapida guarigione e i nostri pensieri vanno alla sua famiglia e al popolo slovacco. Condanniamo questo orribile atto di violenza. La nostra ambasciata è in stretto contatto con il governo della Slovacchia ed è pronta ad assistere", ha detto Joe Biden in una nota.

"La notizia degli spari contro del primo ministro slovacco Robert Fico è scioccante. Auguro al premier di guarire il più presto possibile. Non dobbiamo tollerare la violenza, non deve avere posto nella società", ha scritto su X il premier ceco, Petr Fiala.

"Sono sconvolta per il terribile attacco al primo ministro slovacco Robert Fico a Handlova. In nome del Parlamento Europeo, condanno questo atto violento. I miei pensieri vanno a lui e alla sua famiglia in questo momento molto difficile", ha detto la presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola, via social.

"Sono rimasto profondamente scioccato dall'atroce attacco contro il mio amico, il primo ministro Robert Fico. Preghiamo per la sua salute e per una rapida guarigione! Dio benedica lui e il suo Paese!", ha scritto su X il premier ungherese Viktor Orban.

111 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views