4.573 CONDIVISIONI
5 Maggio 2022
18:16

È geloso della moglie: uccide “per dispetto” il loro figlio di 2 anni sparandogli alla testa con un fucile

Ergastolo per Lukasz Czapla, 41enne omicida del suo stesso bambino, Julias, di 2 anni. I fatti sono avvenuti ad Edimburgo due anni fa ed ora per l’uomo è arrivata la condanna.
A cura di Biagio Chiariello
4.573 CONDIVISIONI

Lukasz Czapla è stato condannato all'ergastolo dopo essere stato riconosciuto colpevole dell'omicidio del figlio Julias di due anni a Muirhouse, Edimburgo, nel novembre 2020. Il 41enne scozzese aveva precedentemente ammesso di fronte all'Alta Corte di Edimburgo di aver sparato al bimbo alla testa con un fucile ad aria compressa prima di pugnalarlo con uno strumento simile a uno spiedo e soffocarlo con un cuscino. Un terrificante omicidio compiuto dopo un mix di alcol e farmaci antidepressivi che gli erano stati prescritti in quel momento. Stando a quanto ricostruito dai giudici, Czapla avrebbe agito "per fare un dispetto" alla compagna, madre del piccolo, di cui era geloso.

L'omicidio si è consumato tra il 20 o 21 novembre 2020. Lukasz Czapla ha colpito ripetutamente Julias con uno spiedo, sparandogli più volte alla testa con un'arma ad aria compressa e mettendogli un cuscino sul viso finendo per soffocarlo. Il suo legale, Iain McSporran, ha esortato i giurati a condannare il suo cliente solo per l'accusa di omicidio colposo, sostenendo che Czapla era stato mosso da una "malattia depressiva che ha avuto un ruolo sostanziale" nell'accaduto. L'uomo sarebbe stato inoltre motivato dalla rabbia e dalla gelosia nei confronti della madre di Julius, Patrycja Szczesniak – sua ex compagna – con cui aveva una relazione fino a giugno 2020. Stando alle ricostruzioni i genitori avevano problemi di coppia, con Czapla che mostrava "un'ossessione per la presunta infedeltà della suo ex partner mentre erano insieme e la sua furia un un presunto nuovo partner".

In una dichiarazione rilasciata dopo la sua condanna, la donna ha affermato che si batterà per garantire che Czapla "non esca mai di prigione". "Non dovrebbe avere diritto a nessuna difesa e lotteremo per garantire che questo mostro non esca mai di prigione. Volevo solo il meglio per te (Julius). Se solo potessi tornare indietro nel tempo per riaverti tra le mie braccia bambino mio". La donna si era separata da Czapla solo due mesi prima che uccidesse Julius nella sua casa nella zona di Muirhouse, a Edimburgo.

4.573 CONDIVISIONI
Picchia la moglie e sequestra figlio di 6 anni:
Picchia la moglie e sequestra figlio di 6 anni: "Non lo vedrai più". Fermato mentre scappa all'estero
Una bambola e una lettera per Elena: “Fa male pensare a una madre che uccide la figlia”
Una bambola e una lettera per Elena: “Fa male pensare a una madre che uccide la figlia”
329.963 di VideoExtra
Uccide moglie e figlia di lei in casa, il killer: “Ero vessato e mio figlio le ha fatto da scudo”
Uccide moglie e figlia di lei in casa, il killer: “Ero vessato e mio figlio le ha fatto da scudo”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni