Chi è vaccinato contro il Covid-19 e si trova all'aria aperta può dire tranquillamente addio all'uso delle mascherine. Parola di Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases oltre che consulente della Casa Bianca per la gestione della pandemia di Coronavirus, che ha ribadito questa mattina, intervenendo in diretta sull'emittente americana CBS che le persone che hanno ricevuto la doppia dose di vaccino non hanno bisogno di indossare le mascherine all'esterno. "Dobbiamo fare questa transizione – ha specificato Fauci -. Chi è vaccinato non deve indossare la mascherina all'esterno. Nel caso in cui ci si trovi in una situazione di affollamento, allora è il caso di usarla. Ma in qualsiasi altro momento, la si può lasciare da parte". A fine aprile già i Cdc, cioè i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie statunitensi, avevano aggiornato le proprie linee guida con le quali davano la possibilità alle persone immunizzate contro il virus di non indossare la mascherina in ambienti all'aperto e senza assembramento, indicazione che è stata oggi confermata da Fauci.

Dopo aver raggiunto la soglia del 30% della popolazione immunizzata, gli esperti Usa hanno dichiarato che chi è stato vaccinato potrà fare sport da solo o con membri della famiglia senza indossare la mascherina, potrà incontrarsi all'aperto con persone vaccinate e non vaccinate senza dover indossare la mascherina e lo stesso varrà nei ristoranti con tavoli all'aperto. Raccomandano, inoltre, di continuare ad usare le mascherine, anche da parte di chi è vaccinato, durante eventi sportivi, concerti, sfilate, dove non sono chiari i rischi di trasmissione del Covid. Le mascherine sono ancora obbligatorie in ambienti chiusi fino a quando la maggior parte della popolazione non sarà vaccinata e quindi parrucchieri, centri commerciali, musei, cinema e luoghi di culto sono ancora posti in cui si deve circolare con il viso coperto.

Il tema dell'uso delle mascherine da parte di chi è vaccinato è molto dibattuto negli ultimi giorni anche nel nostro Paese. Quando potrà accadere anche in Italia lo ha previsto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri: "Quando si saranno raggiunti i 30 milioni vaccinati con almeno una dose – ha spiegato a Radio24 – a quel punto è chiaro che la mascherina all’aperto dove non c’è assembramento credo sia sensato mettersela in tasca e rimettersela in faccia quando c’è assembramento e rischio". Se la campagna vaccinale procede a ritmo sostenuto, è dunque probabile che ciò avvenga abbastanza presto, forse già a giugno: al momento, infatti,  25.431.022 persone hanno ricevuto la prima dose e 7.892.785 hanno completato il ciclo vaccinale con la seconda dose, pari al 13,32% della popolazione.