Conflitto in Ucraina
22 Luglio 2022
08:35

Cosa prevede l’accordo sull’export del grano tra Russia e Ucraina che sarà firmato oggi

Cosa prevede l’accordo sull’export del grano che sarà firmato oggi dai rappresentanti di Russia e Ucraina a Istanbul: intesa per l’uscita di circa 35 milioni di tonnellate di grano ucraino dal terminal di Odessa e attraverso il mar Nero.
A cura di Ida Artiaco
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Sarà ratificato oggi alle 16:30 ore locale, le 15:30 in Italia, l'accordo, importantissimo, che sbloccherà il trasporto del grano ucraino attraverso i porti del Mar Nero, al momento bloccati dalla marina militare russa.

A firmare saranno i rappresentanti di Russia e Ucraina e alla cerimonia parteciperanno il presidente turco, Recep Tayyip Erdoan, che è stato il grande mediatore dell'intesa, e il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres. Ma cosa prevede esattamente l'accordo sul grano?

È prevista, prima di tutto, l’uscita di circa 35 milioni di tonnellate di grano ucraino dal terminal di Odessa e attraverso il mar Nero. Una notizia importante che ha come obiettivo quello di alleviare la crisi alimentare che minaccia soprattutto alcuni Paesi dell'Africa a rischio carestia. Le parti hanno aderito alla proposta di costituire un centro di coordinamento a Istanbul, che con la partecipazione di delegati di Russia, Ucraina, Turchia e Nazioni Unite monitori e tracci il percorso della navi in uscita.

Un membro della delegazione di Kiev per i negoziati, Rustem Umerov, ha fatto sapere, nello specifico, che le spedizioni potrebbero riprendere da tre porti sotto il pieno controllo ucraino, ovvero Odessa, Pivdennyi e Chornomorsk. Secondo le stime, circa 25 milioni di tonnellate di grano e altri cereali sono bloccate nei porti ucraini.

Secondo le prime indiscrezioni Mosca ha ottenuto come contropartita la possibilità di esportare a sua volta cereali e fertilizzanti. Ma i dettagli dell'accordo saranno resi noti a breve.

L'importanza di questo accordo è anche nel fatto che si tratta della prima intesa tra Kiev e Mosca dal 24 febbraio, da quando la Russia ha invaso l'Ucraina, mentre c'è silenzio sugli accordi di pace.

2807 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni