È finalmente iniziato lo sbarco dei passeggeri della Diamond Princess, in quarantena da settimane a Yokohama, in Giappone, a causa dell’epidemia di Coronavirus propagatasi a bordo. Intanto è decollato da Ciampino l’aereo con a bordo i medici che effettueranno lo screening sanitario sui marinai e turisti italiani — circa una trentina — a bordo della nave, che devono essere rimpatriati. Gli infetti si sono moltiplicati in questi 14 giorni fino a raggiungere quota 542 casi di COVID-19. La nave trasportava inizialmente circa 3.700 passeggeri e membri dell’equipaggio da oltre 50 paesi e regioni.

Lo sbarco dei passeggeri della Diamond Princess

Ad accogliere gli sbarchi nel porto di Yokohama ci sono i funzionari del ministero della Salute giapponese, protetti da tute e maschere, taxi e autobus che effettueranno i trasferimenti in diversi punti della città. Un tran tran che durerà almeno tre giorni. Le autorità locali hanno fatto sapere di aver effettuato test medici su tutti gli oltre tremila passeggeri e le persone che sono state in contatto con chi è risultato infetto, anche se risultano negative, dovranno rimanere a bordo per un ulteriore periodo di osservazione. Tutti gli altri potranno tornare a condurre una vita normale, ma saranno contattate dagli ufficiali medici per un periodo breve per un controllo sulle loro condizioni di salute. Molte delle persone risultate positive al Coronavirus sono già state portate in centri medici.

Partito da Ciampino volo per il Giappone

A breve arriverà in Giappone il volo con a bordo il personale medico che andrà a soccorrere i nostri connazionali sulla Diamond Princess. Lo ha comunicato il ministro degli  Esteri Luigi Di Maio su Facebook, dopo essersi recato personalmente, con il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, a salutare la squadra in partenza. "Vi assicuro che riporteremo in Italia i nostri connazionali il prima possibile", afferma Di Maio. "Ho ringraziato personalmente tutte le donne e gli uomini che con generosità e immensa professionalità sono partiti, con un preavviso di poche ore, mettendosi al servizio dei nostri connazionali. Grazie di cuore a tutti per l'impegno", ha affermato Di Maio dopo essere salito a bordo dell'aereo per salutare con il capo della protezione civile Angelo Borrelli e la squadra in partenza.

Un italiano positivo al Coronavirus

I primi a salire a bordo del Boeing dell’Aeronautica Militare che arriverà da Roma saranno gli italiani usciti indenni dal lungo periodo di quarantena sulla nave. Tra i contagiati sulla nave in Giappone c'è anche un connazionale, ma anche gli altri italiani a bordo della Diamond Princess osserveranno la quarantena una volta nel nostro Paese. Lo ha confermato il ministro della Salute Roberto Speranza al termine del Comitato operativo della Protezione Civile. “Il nostro obiettivo è riportarle a casa le persone che sono su quella nave, che ha una situazione sanitaria molto complessa – ha aggiunto. Ed è chiaro che sarà necessario un periodo di 14 giorni di quarantena. Questo perché abbiamo fin dall'inizio adottato una linea di massima precauzione”.