308 CONDIVISIONI
7 Dicembre 2022
16:36

Chi è Heinrich Reuss, il principe a capo del golpe in Germania: progettavano rapimento di ministri

Il principe di Turingia Heinrich Reuss sarebbe l’uomo a capo dell’organizzazione che, secondo gli inquirenti tedeschi, aveva organizzato un colpo di stato per sovvertire il legittimo governo in Germania. Tra i piani il rapimento del ministro della Salute.
A cura di Antonio Palma
308 CONDIVISIONI

Rampollo di un'antica famiglia aristocratica tedesca, noto come Enrico XIII, il principe di Turingia Heinrich Reuss sarebbe l’uomo a capo dell’organizzazione che, secondo gli inquirenti tedeschi, aveva organizzato un colpo di stato per sovvertire il legittimo governo in Germania e le istituzioni della Repubblica e instaurare un nuovo Reich con un assalto armato al Bundestag, il parlamento tedesco.

Secondo il procuratore generale tedesco Peter Frank, che ha coordinato le indagini che hanno portato ai mandati di arresto per 25 persone, tra cui una arrestata in Italia, il 71enne godeva di grande prestigio nel zoccolo duro del gruppo rappresentato dai membri del Reichsburger, letteralmente ‘Cittadini del Reich', definito "un'associazione terroristica" dalle autorità tedesche.

Il nobile avrebbe ospitato nella sua tenuta in Turingia le riunioni dei membri del gruppo, che si sarebbero incontrati diverse volte nel corso di quest'anno per organizzare il piano di assalto armato al Bundestag e la presa del potere ma anche altre azioni come il rapimento di diversi funzionari politici, tra cui il ministro della Salute, Karl Lauterbach.

Di professione imprenditore sconosciuto al grande pubblico, il principe Reuss era stato designato dal gruppo a diventare capo del nuovo governo tedesco dopo il golpe. Il 71enne residente nell'ex Germania dell'Est dove l'estrema destra è fortemente radicata non ha mai nascosto il suo odio per le istituzioni repubblicane tedesche e il suo antisemitismo.

Reuss avrebbe cercato di assicurarsi l'appoggio della Russia tramite la fidanzata

Per gli inquirenti, Reuss avrebbe cercato di assicurarsi l'appoggio della Russia, affidandosi per questo alla sua giovane compagna, la 39enne russa Vitalia. Tuttavia, gli investigatori non hanno trovato prove che i contatti si siano concretizzati. La stessa ambasciata russa a Berlino ha rigettato qualsiasi collegamento con il gruppo tedesco. "Gli uffici diplomatici e consolari russi in Germania non mantengono alcun contatto con rappresentanti di gruppi terroristici o altre entità illegali", affermano le agenzie di stampa russe citando un comunicato dell'ambasciata.

Secondo gli investigatori tedeschi, al fianco del principe di Turingia come leader vi era un altro uomo, Rudiger von P, 69 anni ex comandante dei paracadutisti tedeschi. A quest’ultimo toccava il compito di cercare l’appoggio tra militari ed ex militari tra i quali faceva largo proselitismo

La stessa persona arrestata in Italia dalla Polizia di Stato questa mattina, in un albergo in località Ponte San Giovanni a Perugia, è un ex ufficiale dei reparti speciali dell'esercito tedesco. Lui come tutti i fermati sarebbero accomunati "da un rifiuto delle istituzioni statali, da miti derivanti da teorie del complotto, e da un'ideologia del Reich".

308 CONDIVISIONI
Progettavano un attentato terroristico con armi biologiche: arrestati in Germania due iraniani
Progettavano un attentato terroristico con armi biologiche: arrestati in Germania due iraniani
Raffica di dimissioni nel governo di Zelensky: cosa sta succedendo a Kiev
Raffica di dimissioni nel governo di Zelensky: cosa sta succedendo a Kiev
Brasilia, i danni all'interno del palazzo del governo
Brasilia, i danni all'interno del palazzo del governo
18 di askanews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni