1.939 CONDIVISIONI
La morte della Regina Elisabetta II
14 Settembre 2022
10:00

Carlo diventa Re e licenzia i servitori, la lettera durante corteo funebre della Regina

Il licenziamento riguarda circa un centinaio di dipendenti di Clarence House, residenza ufficiale di Carlo che ora però dovrebbe spostarsi nel palazzo reale di Bucking palace.
A cura di Antonio Palma
1.939 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La morte della Regina Elisabetta II

Mentre il Regno Unito piangeva la morte della Regina Elisabetta e salutava l’arrivo del nuovo Re Carlo III, per un gruppo di sudditi è arrivata una comunicazione pessima quanto inattesa: la lettera di preavviso di licenziamento per ordine dello stesso nuovo Sovrano. Come ha rivelato il Guardian, Carlo infatti avrebbe deciso di disfarsi di buona parte dei suoi servitori e dipendenti in vista del trasferimento nel palazzo reale di Bucking palace.

Il licenziamento riguarda circa un centinaio di dipendenti di Clarence House, palazzo di proprietà della Monarchia che è stata prima residenza della Regina Madre e poi dimora ufficiale di Carlo dal 2002 e che ora il nuovo Re lascerà per trasferirsi nel palazzo reale.

Secondo lo stesso quotidiano, le lettere di preavviso sono arrivate in un momento decisamente inaspettato per i dipendenti di Carlo e cioè mentre era in corso il rito funebre per la regina nella cattedrale di St Giles a Edimburgo, lunedì scorso. Mentre Carlo e la famiglia reale accorrevano in Scozia, infatti, al personale domestico, ai segretari privati e ai dipendenti dell’ufficio finanziario e del team di comunicazione di Clarence House sono arrivate le comunicazioni di allerta per un imminente licenziamento.

La lettera, a firma di Sir Clive Alderton, il principale aiutante di Carlo, ha scosso i servitori tra cui molti con una anzianità di servizio di decenni. “Sono tutti assolutamente scossi, compresi i segretari privati ​​e la squadra senior. Tutto il personale ha lavorato fino a tardi ogni notte da giovedì e non se lo aspettava” hanno rivelato fonti interne al giornale britannico.

"Il cambio di ruolo per i nostri datori significherà anche un cambiamento per la nostra famiglia … Il lavoro precedentemente svolto in questa famiglia a sostegno degli interessi personali, delle precedenti attività e della famiglia dell'ex principe di Galles non verrà più svolto a Clarence House che sarà dismessa. Si prevede quindi che non saranno più necessari incarichi svolti principalmente a Clarence House” recita il messaggio diffuso dal Guardian. In carica potrebbero rimanere solo i consiglieri stretti e personali di Carlo e Camilla.

Al momento ovviamente la decisione non è definitiva e un portavoce di Clarence House ha dichiarato che saranno messi in campo tutti gli sforzi per trovare una nuova sistemazione al personale. “Il nostro personale ha svolto un servizio lungo e leale e, sebbene alcuni esuberi saranno inevitabili, stiamo lavorando urgentemente per identificare ruoli alternativi per il maggior numero di dipendenti” ha dichiarato il portavoce.

1.939 CONDIVISIONI
226 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni