Tragedia in Canada, quattordici persone sono morte ieri sera in seguito a un incidente stradale che ha coinvolto un camion e un pullman che trasportava i giocatori di una squadra di hockey giovanile. L'incidente è avvenuto nel Saskatchewan, una provincia del Canada occidentale. Il pullman con a bordo la squadra degli Humboldt Broncos si dirigeva verso la cittadina di Nipawin, dove era in programma una partita dei playoff.

"Non riesco a immaginare cosa stiano passando questi genitori, il mio cuore è vicino a tutti coloro che sono stati colpiti da questa tremenda tragedia, non solo nella comunità di Humboldt", ha twittato il premier canadese Justin Trudeau.

A bordo del pullman c'erano 28 persone, incluso l'autista, che è deceduto. La Bbc online ha segnalato, secondo l'elenco dei membri della squadra, che l'età dei ragazzi della Humboldt Broncos è compresa tra 16 e 21 anni. Per gli altri 14 che si trovano in ospedale le condizioni di salute restano critiche. "È molto più grave di quanto chiunque possa immaginare", ha detto il presidente della squadra Broncos, Kevin Garinger, intervistato poco dopo la notizia dell'incidente dall'emittente canadese Cbc – "siamo semplicemente increduli e sconvolti".

Sul comunicato ufficiale rilasciato e pubblicato sul sito della squadra, poi Garinger ha rilasciato la seguente dichiarazione: "I nostri pensieri e le nostre preghiere sono estese alle famiglie del nostro personale e degli atleti, nonché a tutti coloro che sono stati colpiti da questa orribile tragedia. La nostra famiglia Broncos è scioccata mentre tentiamo di affrontare la nostra incredibile perdita".

Il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha mandato un messaggio di cordoglio con un tweet: "Esprimo profondo cordoglio, da parte dell'Italia, per le vittime dell'incidente stradale di ieri sera in Canada, in cui hanno perso la vita molti giocatori di una squadra di hockey giovanile. Siamo vicini alle famiglie colpite da questo dolore".