Una bisnonna "non vuole più vivere" dopo essere stata selvaggiamente picchiata da uno sconosciuto. Patricia, 84 anni, è stata aggredita alla luce del giorno dopo essere rientrata nella sua camera da letto nel villaggio di pensionamento di Huon Park nella North Turramurra a Sydney sabato alle 12.30. La figlia di Patricia, Caroline, ha fatto appello all'aggressore affinché si consegnarsi alla polizia e ha detto che sua madre sta vivendo un periodo molto buio. "Mi sento così triste per mia madre, ha appena perso il marito, ed ora si trova in una posizione in cui non vuole neanche più essere in questo mondo perché si sente così insicura", ha detto durante una conferenza stampa.

L'aggressione è avvenuta dopo che Patricia è tornata da una vacanza in Finlandia con le sue figlie e le sue nipoti. L’anziana vive nel villaggio di riposo da sei settimane, ma vi aveva trascorso solo tre settimane proprio a causa dei suoi viaggi all'estero. Dopo l'attacco orribile, Patricia è stata portata al Sydney Adventist Hospital di Wahroonga, dove sta ancora ricevendo cure per le ferite al viso, al torace e al braccio.

Gli investigatori del comando dell'area di polizia del Ku-ring-gai stanno indagando. Ora stanno facendo appello al pubblico per chiedere aiuto. Martedì hanno perquisito la North Turramurra e hanno parlato con gli anziani residenti nella casa di cura. "Questo è un atto assolutamente spaventoso e codardo, ma vogliamo rassicurare sul fatto che questo tipo di reati sono rari e che la polizia sta facendo tutto ciò che è in suo potere per indagare a fondo sulla questione e individuare l'autore del reato", ha detto l’ispettore capo Luke Spurr ai giornalisti. Gli investigatori stanno cercando un uomo che era stato visto nell'area al momento dell'attacco ma che non è stato ancora identificato. Si ritiene che abbia un'età compresa tra 30 e 50 anni, alto tra 175 e 180 cm e possibilmente di aspetto subcontinentale asiatico o indiano.