293 CONDIVISIONI
31 Maggio 2021
16:37

Belgio, è ancora caccia a Jürgen Conings, ex soldato negazionista che minaccia politici e virologi

Non si ferma la caccia a Jürgen Conings, ex soldato diventato idolo dell’estrema destra complottista che ha minacciato il virologo più noto del Paese e scritto lettere nelle quali parla di attentati contro le moschee e promette di combattere il governo che impone la dittatura sanitaria. L’uomo, soprannominato “Rambo”, ha fatto perdere le sue tracce in Belgio circa dieci giorni fa e secondo gli agenti speciali sarebbe armato e molto pericoloso.
A cura di Chiara Ammendola
293 CONDIVISIONI

In Belgio non si ferma la caccia a Jürgen Conings, ex soldato vicino ad ambienti di estrema destra che ha minacciato il virologo più noto del Paese e scritto lettere nelle quali parla di attentati contro le moschee e promette di combattere il governo che impone la dittatura sanitaria. L'ultima volta è stato visto più di dieci giorni fa proprio all'esterno della casa del virologo Marc Van Ranst prima di darsi alla fuga e far perdere le sue tracce. Giorni in cui sono cresciuti numerosi i suoi sostenitori, non solo attraverso gruppi Telegram di gruppi vicini all'estrema destra come quello della "Legione fiamminga", ma anche durante le manifestazioni no vax che si sono susseguite in Belgio, l'ultima delle quali a Bruxelles. "Jürgen sei un eroe" o "Siamo tutti Jürgen Conings", alcune delle scritte comparse tra i manifestanti.

Jürgen Conings
Jürgen Conings

È armato e pericoloso: ha rubato fucili e lancia-razzi

Tiratore scelto dell’aviazione belga con un passato di missioni in Bosnia, Kosovo, Libano, Afghanistan e Iraq, Jürgen Conings, 46 anni, è ricercato da centinaia di agenti e soldati. Secondo le forze speciali quello che tutti hanno soprannominato "Rambo", è armato e pericoloso e i servizi di intelligence belgi lo hanno inserito nella lista delle minacce alla sicurezza dello Stato. In questi mesi però Conings, forse con un piano già ben delineato, è riuscito a rientrare nella base dove lavorava sottraendo fucili e lancia-razzi, alcuni dei quali sono stati rinvenuti in un parco naturale vicino al confine con i Paesi Bassi nella sua camionetta di Conings. Una buona parte delle armi però il 46enne l'avrebbe portata con sé: alla fidanzata, il giorno prima di sparire, ha scritto una lettera nella quale dice di essersi "unito alla resistenza, sono pronto a morire, non ho paura".

Conings diventato l'idolo dell'estrema desta complottista

Ed è proprio tra gli ambienti dell'estrema destra che ha raccolto la maggior parte dei consensi e del sostegno. Mesi fa infatti Jürgen Conings avrebbe addestrato i neonazisti che appartengono a un gruppo chiamato "Legione fiamminga", in omaggio alla formazione che durante la Seconda guerra combatté al fianco della Germania, tanto da essere diventato ormai l’idolo dell’estrema destra complottista, che vede nella pandemia, con tanto di obbligo di mascherina e vaccino, il sistema definitivo trovato dai potenti per controllare il mondo.

293 CONDIVISIONI
Terrorismo, l'Isis minaccia Di Maio: "Entreremo a Roma". Subito la solidarietà di tutta la politica
Terrorismo, l'Isis minaccia Di Maio: "Entreremo a Roma". Subito la solidarietà di tutta la politica
Pepe Mujica a Fanpage.it: "Pandemia, clima, disuguaglianze: ora paghino i ricchi"
Pepe Mujica a Fanpage.it: "Pandemia, clima, disuguaglianze: ora paghino i ricchi"
Omofobia, Giuseppe Conte: "Appoggiamo il ddl Zan"
Omofobia, Giuseppe Conte: "Appoggiamo il ddl Zan"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni