"Nella vita è importante cercare cose grandi, altrimenti ci si perde dietro a tante piccolezze". Lo ha detto il Papa all'Angelus nella Festa dell'Assunzione. "Maria – ha proseguito Papa Francesco – ci dimostra che, se vogliamo che la nostra vita sia felice, al primo posto va messo Dio, perché Lui solo è grande. Quante volte, invece, viviamo inseguendo cose di poco conto: pregiudizi, rancori, rivalità, invidie, illusioni, beni materiali superflui… Quante meschinità nella vita! Noi lo sappiamo. Maria oggi invita ad alzare lo sguardo alle ‘grandi cose' che il Signore ha compiuto in lei", ha sottolineato il Pontefice.

Poi ha aggiunto: "Lasciamoci attirare dalla bellezza vera, non facciamoci risucchiare dalle piccolezze della vita, ma scegliamo la grandezza del cielo". Per il Papa la festa dell'Assunzione "è un richiamo per tutti, specialmente per quanti sono afflitti da dubbi e tristezze". Maria "ci dice: ‘Voi siete preziosi agli occhi di Dio; non siete fatti per i piccoli appagamenti del mondo, ma per le grandi gioie del cielo'. Sì, perché Dio è gioia, non noia".

Il Papa ha benedetto dei rosari "destinati ai fratelli della Siria. Per iniziativa dell'Associazione Aiuto alla Chiesa che soffre – ha detto – sono state realizzate circa seimila corone del Rosario". "Oggi, in questa grande festa di Maria, io le benedico, e poi saranno distribuite alle comunità cattoliche in Siria come segno della mia vicinanza, specialmente per le famiglie che hanno perso qualcuno a causa della guerra. La preghiera fatta con fede è potente! Continuiamo a pregare il Rosario per la pace in Medio Oriente e nel mondo intero". Quindi ha espresso la sua "vicinanza alle popolazioni di diversi Paesi dell'Asia meridionale, duramente colpite dalle piogge monsoniche. Prego per le vittime e gli sfollati – ha detto il pontefice -, per tutte le famiglie senzatetto. Il Signore dia forza a loro e a quanti li soccorrono".