60 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Dichiarazione dei redditi 2024

Quando si fa la dichiarazione dei redditi 2024 e quando scade il termine per presentare il modello 730

Dal 30 aprile sul sito dell’Agenzia delle Entrate sarà disponibile il nuovo modello 730 precompilato per dipendenti e pensionati che consentirà di effettuare, entro il 30 settembre, la dichiarazione dei redditi 2024 in maniera semplificata. Con il nuovo modulo chi avrà diritto a ricevere un rimborso Irpef potrà vederselo erogato direttamente dall’Agenzia. Ecco cosa c’è da sapere.
A cura di Giulia Casula
60 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Manca poco al momento della dichiarazione dei redditi 2024. Dal 30 aprile l'Agenzia delle Entrate metterà a disposizione il modello 730 precompilato per dipendenti e pensionati che consentirà di effettuare la compilazione in maniera semplificata e più intuitiva rispetto ai precedenti. Il nuovo modulo semplificato sarà disponibile nella propria area personale sul sito dell'Agenzia delle Entrate a cui è possibile accedere tramite Spid, Cie o altra identità digitale.

Il nuovo modello 730 per effettuare la dichiarazione dei redditi sarà organizzato come una sorta di questionario online che non richiederà più di conoscere codici o caselle. I dati infatti saranno inseriti automaticamente una volta compilato il questionario sulla base delle informazioni già in possesso dell'Agenzia. Per modificare o aggiungerne ulteriori basterà seguire la procedura guidata sul sito. Anche quest'anno il termine di scadenza per la presentazione del 730 precompilato resta il 30 settembre 2024.

Con il nuovo modulo chi avrà diritto a ricevere un rimborso Irpef potrà scegliere di non passare attraverso il sostituto d'imposta ma di ottenerlo direttamente dall'Agenzia delle Entrate. I rimborsi verranno erogati in base alla data di presentazione della dichiarazione dei redditi. In genere, prima si effettua la compilazione e prima si riceve l'accredito.

Quando si inizia a fare la dichiarazione dei redditi 2024

A partire dal 30 aprile 2024 sarà possibile accedere sul sito dell'Agenzia delle Entrate ai modelli precompilati per effettuare la dichiarazione dei redditi. Da questa data partirà la sperimentazione del nuovo sistema agevolato con il quale sarà possibile compilare il modello 730 in modo semplificato.

La nuova procedura semplificata riguarderà sia i lavoratori dipendenti e pensionati (anche con redditi assimilati), sia le partite Iva che avranno accesso a un loro modello preocompilato. Il 28 febbraio sono stati approvati nuovi moduli per la dichiarazione dei redditi e fino al 18 marzo era possibile inviare le Certificazioni Uniche all'Agenzia delle Entrate.

Quando sarà disponibile il 730 precompilato e come accedere al modello

Il nuovo modello 730 precompilato sarà disponibile a partire dal 30 aprile 2024. Per accedervi occorrerà collegarsi sul sito dell'Agenzia delle Entrate ed entrare nella propria area personale tramite le credenziali  Spid, Cie o altra identità digitale. Una volta effettuato l'accesso sarà possibile prendere visione del modulo e seguire la procedura guidata per la dichiarazione dei redditi.

Cos'è il modello 730 semplificato per dipendenti e pensionati

Il modello 730 semplificato si presenta come una sorta di questionario online che, attraverso una procedura guidata e un linguaggio chiaro, dovrebbe consentire a dipendenti e pensionati di effettuare la dichiarazione dei redditi in modo più semplice rispetto al passato.

In questo modo i contribuenti non dovranno più conoscere il significato di codici o caselle che spesso li costringeva ad affidarsi a commercialisti e uffici incaricati per completare una procedura così burocratica e complessa, ma basterà rispondere a delle semplici domande. L'utente infatti verrà guidato attraverso una serie di quesiti relativi, ad esempio ,alle spese sanitarie, alle detrazioni fiscali o alle eventuali ristrutturazioni di un immobile. Una volta fornite tutte le risposte, le informazioni verranno inserite automaticamente nella dichiarazione dei redditi vera e propria.

Nel caso in cui occorra modificare o integrare alcune informazioni ci sarà un'altra procedura guidata per recuperarle. Naturalmente chi apporterà delle modifiche potrebbe essere soggetto a ulteriori verifiche per controllare che i dati inseriti risultino corretti.

Come presentare il modello 730 e quali documenti servono

È possibile presentare il modello 730 in maniera diretta, tramite il sito dell'Agenzia delle Entrate oppure tramite sostituto d'imposta, Caf o professionista abilitato. In questo secondo caso occorrerà consegnare oltre alla delega per l’accesso al modello 730 precompilato, il modello 730-1, in busta chiusa, contenente la scelta per destinare l’8, il 5 e il 2 per mille dell’Irpef e i propri dati anagrafici.

In caso di modifiche nella compilazione del modello 730,  il contribuente dovrà esibire al Caf o al professionista abilitato la seguente documentazione necessaria per verificare la correttezza dei dati inseriti:

  • la Certificazione Unica e le altre certificazioni che documentano le ritenute;
  • gli scontrini, le ricevute, le fatture e le quietanze che provano le spese sostenute
  • gli attestati di versamento d’imposta eseguiti con il modello F24;
  • la dichiarazione modello REDDITI in caso di crediti per cui il contribuente ha richiesto il riporto nella successiva dichiarazione dei redditi.

Quando scade il termine per la dichiarazione dei redditi 2024

Ai fini della dichiarazione dei redditi 2024, il termine per la presentazione del nuovo modello 730 precompilato per lavoratori dipendenti e pensionati è il 30 settembre 2024. Per quanto riguarda le partita Iva, per le quali sarà disponibile una nuova dichiarazione precompilata, la scadenza ultima resta fissata al 15 ottobre 2024.

Quando arrivano i rimborsi del 730 nel 2024

Tramite il nuovo modulo precompilato chi avrà diritto a ricevere un rimborso Irpef potrà vederselo erogato direttamente dall'Agenzia delle Entrate nella propria busta paga o nella rata di pensione senza dover passare tramite il sostituto d'imposta. I rimborsi del 730 arriveranno a seconda della data in cui si è effettuata la dichiarazione dei redditi. Ad esempio, chi l'ha presentata a maggio riceverà i rimborsi verosimilmente a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre). Lo stesso discorso varrà per chi dovrà effettuare un conguaglio.

60 CONDIVISIONI
25 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views