Salgono, nel primo trimestre del 2021, le bollette di luce e gas. Un aumento comunicato da Arera, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, e dovuto alle alte quotazioni delle materie prime, tornate ai costi di un anno fa. Nel primo trimestre del 2021 le bollette dell’elettricità aumenteranno del 4,5%, mentre quelle del gas del 5,3%. Questo secondo dato è dovuto anche alla consueta stagionalità con la crescita della domanda in inverno. In ogni caso, per una famiglia tipo il risparmio annuale resta comunque elevato, di circa 146 euro.

La spesa per elettricità per una famiglia tipo nell’anno scorrevole (dal primo aprile 2020 al 31 marzo 2021) sarà di circa 488 euro, il 10,2% in meno rispetto ai 12 mesi precedenti, quindi risparmio di circa 55 euro l’anno. Per la bolletta del gas la spesa prevista è di 950 euro, con un calo dell’8,8% rispetto all’anno precedente e un risparmio medio di 91 euro l’anno. Gli aumenti del prossimo trimestre sono legati soprattutto alla crescita delle quotazioni delle materie prime energetiche. Nel quarto trimestre del 2020 il prezzo unico nazionale dell’energia elettrica è in aumento del 15% rispetto al terzo trimestre, con prezzi in linea al livello medio dello stesso trimestre del 2019. Si osserva anche una ripresa dei consumi, anche se nei primi mesi del 2020 la domanda elettrica è in calo di circa il 6% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Per il gas naturale l’aumento dipende sempre dalla materia prima, con inoltre una leggera crescita delle tariffe regolate di trasporto e gestione del contatore. “La variazione di questo trimestre ci restituisce una dinamica sostanzialmente in linea con gli andamenti stagionali e con valori delle materie prime non dissimili da quelli dello scorso anno”, afferma il presidente di Arera, Stefano Besseghini. Quindi nel complesso l’emergenza Covid ha “consentito un risparmio alle famiglie nel corso dell’anno con un beneficio residuo che si protrarrà anche nel primo trimestre del 2021”. Novità in arrivo dal primo gennaio è quella riguardante le famiglie in stato di bisogno: per loro i bonus sociali(consistenti in sconti sulla bolletta) saranno riconosciuti in automatico a chi ne ha diritto, senza dover presentare apposita domanda. Lo sconto verrà calcolato, direttamente sulla bolletta, a partire dal primo gennaio 2021.