Nuovo aumento delle bollette di elettricità e gas nel secondo trimestre del 2021. Per l’energia elettrica l’incremento è del 3,8%, per il gas del 3,9% ed è dovuto alla crescita delle quotazioni delle materie prime. A riportarlo sono i dati forniti da Arera, l’Autorità di Regolazione per energia, reti e ambiente, sulla base dei calcoli effettuati su una famiglia tipo in mercato tutelato. Per i consumatori, la spesa per l’elettricità nell’anno scorrevole (tra primo luglio 2020 e 30 giugno 2021) sarà di 517 euro (-0,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente), con un risparmio di 4 euro su base annua. Per il gas, la spesa in bolletta sarà di 966 euro, il 5,2% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: in questo caso il risparmio è di 52 euro su base annua, stando ai valori per la famiglia tipo.

A cosa è dovuto l’aumento delle bollette di luce e gas

L’aumento delle bollette, come spiega il presidente di Arera, Stefano Besseghini, è “guidato dal forte apprezzamento delle materie prime influenzato anche dalle attese per una prossima ripresa economica, sulla quale i mercati stanno scommettendo, ora che i piani vaccinali rendono più concreta l’uscita dalla pandemia. Supportare le imprese in questi mesi è quindi una scelta prioritaria, dal forte valore sociale anche per le famiglie, per questo l’Autorità ha dato immediata esecuzione anche al provvedimento del decreto Sostegni e rinviato il previsto aumento degli oneri generali di sistema, grazie alla residua flessibilità offerta dalle disponibilità finanziarie dei conti gestiti dalla CSEA”.

Gli aumenti dipendono dalla crescita delle quotazioni delle principali commodities energetiche, che si è verificata negli ultimi mesi del 2020 e nel primo trimestre del 2021. L’aumento del gas naturale è stato circa del 27% rispetto al quarto trimestre 2020, anche a causa di temperature più rigide rispetto allo scorso inverno. Per l’energia ha inciso anche la crescita del prezzo della CO2: l’aumento del prezzo unico nazionale dell’energia elettrica è stato del 19% rispetto al trimestre precedente. Sia per l’elettricità che per il gas, quindi, a comportare l’incremento dei prezzi è l’aumento del costo della materia prima. Minime le variazioni sulle altre componenti.

Arriva sconto su bollette per piccole imprese

L’Autorità ha approvato anche la delibera attuativa della norma del decreto Sostegni con cui si riducono di 600 milioni di euro le bollette per le piccole imprese, come bar, artigiani, ristoranti. A beneficiare della misura saranno 3,7 milioni di soggetti, con uno sconto nei mesi di aprile, maggio e giugno, che sarà maggiore – in percentuale – per gli esercizi commerciali costretti alla chiusura a causa delle restrizioni anti-Covid. Lo sconto può valere fino a circa 70 euro al mese, con una riduzione sulla bolletta che può essere fino al 70% per gli esercizi chiusi. Per quelli che restano aperti, invece, il risparmio sarà tra il 20% e il 30%.