Credevano che avrebbero avuto gioco facile di quella coppia, ma ignoravano che ad avere la peggio sarebbero stati loro: un gruppo di dieci malviventi nella notte tra venerdì e sabato ha tentato di rapinare una coppia all'uscita di un locale di Carpi, in provincia di Modena. L'obiettivo dei banditi era quello di rubare i portafogli e gli smartphone dei due, poi darsela a gambe con un bottino di qualche centinaio di euro da spartirsi. Non sapevano che però avrebbero dovuto vedersela con una campionessa di arti marziali, andata su tutte le furie dopo che il fidanzato – che aveva cercato di opporsi ai ladruncoli – era stato colpito con un pugno al volto e lasciato a terra sanguinante. La donna, che si chiama Rossella Setti ed è la campionessa mondiale di Muay Thai, ha continuato a difendersi dai balordi, che erano decisamente di più, nonostante fosse stata ferita con un colpo di bottiglia alla testa.

I malviventi – come racconta Il Resto del Carlino – sono fuggiti non appena hanno udito le sirene della polizia, che, nel frattempo, era stata allertata da un amico che si era accorto di quanto stava accadendo nel parcheggio. Rossella Setti è comunque riuscita a far arrestare uno dei banditi ferendolo a una mano. Si tratta di un 20enne tunisino che era agli arresti domiciliari, sempre per aver commesso delle rapine in strada. Per lui si sono aperte le porte del carcere Sant'Anna di Modena.

Rossella Setti e il suo compagno sono stati portati al Pronto Soccorso; lei ha riportato lesioni al cuoio capelluto e alcune escoriazioni al volto, mentre lui ben più gravi lesioni maxillo facciali causate dal violento pestaggio ricevuto. Lo stesso aggressore è stato portato in Pronto soccorso per le ferite ad una mano. La polizia sta dando ora la caccia agli altri assalitori, anche grazie alle immagini delle telecamere di video sorveglianza.