Una passeggiata per dare il benvenuto ai nuovi arrivati in città, richiedenti asilo e rifugiati. È il Welcome Tour a Napoli guidato da cittadini di origine straniera di diverse nazionalità che nella città vivono e lavorano da diversi anni e che, dal 2015, sono l’anima e gli accompagnatori interculturali di Migrantour Napoli. Un’iniziativa nata per volere della cooperativa sociale Casba, nell’ambito di "New Roots" progetto per l’inclusione di nuovi arrivati finanziato dall’Unione Europea. Le prossime date saranno 18 dicembre, 16 gennaio e 5 febbraio, altre ne verranno in corso d’opera.

Stavolta il Welcome Tour si arricchisce di nuovi accompagnatori e accompagnatrici d’eccezione. Si tratta di esponenti del mondo artistico e culturale della città, che si sono prestati a fare un tratto di strada col gruppo e a raccontare la propria visione della città, il contributo che vi hanno apportato e la loro idea di accoglienza e ospitalità a persone arrivate da poco e che ancora non la conoscono.

Un simbolico benvenuto da parte del mondo della cultura che ritiene che scambio e conoscenza siano arricchimento e bellezza. Hanno già aderito a questa iniziativa e parteciperanno alle prossime passeggiate in programma: Bianco-Valente artisti; Lorenzo Marone, scrittore; Marisa Albanese, artista; Simona Marino, filosofa; Canio Loguercio, cantautore; Fabio Amato, geografo dell’Università Orientale e Presidente del Centro di elaborazione culturale Mobilità, Migrazioni Internazionali; Francesca Amirante, storica dell'arte.

L’itinerario Welcome Tour muove dalla Stazione Garibaldi, con la linea 1 della metropolitana si sale fino a Castel Sant’Elmo, per guardare dall’alto la città, abbracciarla nella sua interezza e individuare, anche con l’aiuto di una mappa alla mano, i luoghi che “non si possono non conoscere a Napoli”. La passeggiata si conclude con la discesa a Montesanto, dalle scale della Pedamentina, che permetterà ai partecipanti di ri-trovarsi in uno dei cuori pulsanti del centro storico di Napoli.