141 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Stefano Massini aggredito al Salone del Libro di Torino: “Mi hanno gridato: ‘Hitler aveva ragione'”

Insulti da un settantenne, poi strattonato a margine della presentazione del libro. “Voi comunisti state riscrivendo la storia” gli ha gridato l’aggressore. L’autore è stato poi scortato fino alla sua auto.
A cura di Biagio Chiariello
141 CONDIVISIONI
Immagine

Aveva appena finito di presentare il suo libro sul Mein Kampf e sull'ascesa del nazismo al 36° Salone del Libro di Torino quando un esagitato ha aggredito Stefano Massini.

Lo ha strattonato per il bavero della giacca e spintonato mentre gli gridava in faccia: “Hitler aveva ragione, voi comunisti senza contraddittorio camuffate la storia e la state riscrivendo. Ma ora finalmente possiamo dire la verità”. Protagonista dell'aggressione è stato un uomo di circa una settantina d'anni, poi allontanato dalla sicurezza del Salone.

A confermare tutto è stato lo stesso scrittore all'Ansa: "Ero in Sala Azzurra al Salone del Libro per presentare alle 17,30 il mio libro Mein Kampf. Sono stato aggredito verbalmente insieme a Danilo Singer che conduceva l'incontro. Poi strattonato e spintonato".

L'uomo aveva già attaccato Massini prima all'incontro letterario mentre era seduto in prima fila, manifestando il suo disappunto verso lo scrittore e la sua lettura della storia e della figura di Hitler. Ha anche cercato di interrompere la presentazione del libro.

Era un uomo di circa 70 anni – spiega – che al mio arrivo mi fissava e mi seguiva come se volesse dirmi qualcosa. Si è seduto in prima fila. Durante l'incontro ha cominciato a inveire a bassa voce verso di me. Mi diceva ‘comunista, tu vai da Fabio Fazio, vi raccontate le cose senza contraddittorio, Hitler non era cosi come lo descrivi'".

Quando Massini ha cominciato a parlare della questione ebraica i toni si sono alzati. Così, a margine dell'incontro, durante il firmacopie, lo ha aggredito. Lo scrittore subito dopo è stato scortato fino alla sua auto e ha lasciato il Salone. "L'uomo – spiega ancora lo scrittore- è stato allontanato ma non fermato, vista anche l'età. Sono stato scortato prima a un altro incontro a cui volevo assistere, poi fino alla mia auto".

141 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views