Addio a 66 anni a Luca Nicolini, nota figura del mondo culturale e co-ideatore di uno dei più prestigiosi eventi culturali italiani, il Festivaletteratura di Mantova. Ad annunciarlo, sulle proprie pagine social, l'organizzazione del festival mantovano: "Luca se n'è andato. Era il presidente del comitato organizzatore del festival, ma per tutti noi – un noi allargatissimo – era anche molto di più". Purtroppo Luca Nicolini soffriva di una grave malattia che ieri è arrivata al suo triste epilogo. Nicolini, figura stimata dal mondo culturale, è stato anche un libraio. Lascia la moglie Carla, con cui ha aperto nel 1979 la Nautilus, e due figli. Non è ancora nota la data dei funerali, che tuttavia dovranno svolgersi secondo le modalità previste dalle linee guida governative sul tema durante la pandemia.

La morte di Luca Nicolini giunge in un momento, quello della fase 2 della pandemia da coronavirus che ha bloccato tutta l'attività festivaliera italiana, tra cui il Salone Internazionale del Libro, proprio quando tuttavia si comincia a sperare in una possibile ripartenza autunnale, tradizionalmente affidata a inizio settembre proprio al Festivaletteratura di Mantova di cui Nicolini era stato organizzatore. Il cordoglio di editori, librai, scrittori e semplici lettori, per la scomparsa di Luca Nicolini, è unanime e si sta riversando in queste ore sui social. Anche l'Aie – Associazione Italiana Editori,  tramite il suo presidente, Ricardo Franco Levi, ha espresso grande dispiacere per la sua dipartita:

Siamo profondamente colpiti per questa perdita. Tutto il mondo del libro gli è grato per averci regalato il Festival di Mantova, “capostite”di tutti i festival del libro che tanto hanno da allora segnato la vita culturale dell’Italia”.