4 Gennaio 2023
10:43

La trama de La vita bugiarda degli adulti: il libro di Elena Ferrante che ha ispirato la serie Netflix

Da oggi 4 gennaio su Netflix sarà disponibile la nuova serie La vita bugiarda degli adulti ispirata al libro di Elena Ferrante. Ecco la storia del libro di Elena Ferrante.
A cura di Cristina Somma
La vita bugiarda degli adulti (foto di scena)
La vita bugiarda degli adulti (foto di scena)

Da giovedì 4 gennaio su Netflix sarà disponibile la nuova serie La vita bugiarda degli adulti ispirata al libro di Elena Ferrante uscito il 7 novembre del 2019, edito da E/O e pubblicato in 37 paesi. La storia è ambientata a Napoli negli anni '90 e ha come protagonista Giovanna Trada, un'adolescente borghese alla ricerca della propria identità nel suo periodo di ribellione. Il padre Andrea la paragona spesso a sua sorella, la zia Vittoria, che le svelerà molti segreti sulla sua famiglia. Le riprese della serie si sono svolte a Napoli e a Milano. A Napoli hanno interessato diversi quartieri tra il centro e la periferia. In particolare, la casa di Giordana si trova al Vomero mentre quella di Zia Vittoria a Poggioreale, che Ferrante nel romanzo chiama Pascone. A Milano la casa di Roberto si trova sui Navigli.

La trama di La vita bugiarda degli adulti

La vita bugiarda degli adulti (foto di scena)
La vita bugiarda degli adulti (foto di scena)

Napoli, anni '90. Giovanna Trada è una ragazzina nata in una famiglia della Napoli bene, figlia di due docenti, che affronta il passaggio dall'infanzia all'adolescenza attraversando una fase di ribellione. Legge molto, è capace e intelligente, ma il suo equilibrio comincia a rompersi, il rendimento scolastico comincia a calare e lei prende sempre di più le sembianze di sua zia Vittoria, la sorella del padre il cui volto è censurato in tutte le foto di famiglia. Giovanna è incuriosita dalla figura misteriosa della zia, tanto da desiderare di conoscerla. Così una domenica s'incontrano in un quartiere malfamato di Napoli insieme con il padre di Giovanna e le due iniziano a costruire un forte legame. Vittoria accompagna la nipote in un viaggio introspettivo fatto di amori sentimentali e carnali, di amicizie consolidate e problemi famigliari, fino alla risoluzione della ricerca di quell'identità ancora non delineata di una bambina che ha cominciato ad accedere nel suo mondo di donna. Giovanna si muove quindi coni suoi problemi adolescenziali tra le due facce di Napoli: quella borghese ‘di sopra', che s'è attribuita una maschera fine, e quella smodata e triviale ‘di sotto', con tutte le sue caratteristiche, contraddizioni e complessità. Giovanna oscilla tra alto e basso, ora precipitando ora inerpicandosi, disorientata dal fatto che, su o giù, la città pare senza risposta e senza scampo.

I personaggi chiave e i temi del libro di Elena Ferrante

La vita bugiarda degli adulti (foto di scena)
La vita bugiarda degli adulti (foto di scena)

Giovanna, interpretata da Giordana Marengo, è una tredicenne cresciuta negli anni '90 nella Napoli bene che affronta i tre anni di passaggio dall'infanzia all'età adulta con emozioni contrastanti e caratteristiche di quell'età. Ha i suoi momenti di ribellione, le sue forti insicurezze e tanta voglia di crescere, diventare ‘grande'. Agli albori del suo periodo di rivoluzione e riscoperta della sua identità c'è una frase pronunciata dai genitori che le rimbomba nella testa e le cambia la vita: "Sei come tua zia Vittoria". Una parente che lei non aveva mai avuto modo di conoscere perché allontanata dal padre e censurata in tutte le foto di famiglia. Le sue pressioni portano il padre a organizzare un incontro con sua zia che si rivela esserle veramente più simile di quanto si potesse pensare, nonostante non viva nel lusso e nella Napoli bene, anzi provenga dai quartieri malfamati e conduca una vita umile. Vittoria accompagna la nipote nei primi amori e nelle prime esperienze sessuali che per la ragazzina diventano pian piano una pressione e un nodo da sciogliere.

Vittoria è interpretata nella serie da Valeria Golino, ed è la sorella del padre della protagonista, ovvero di Andrea. È una persona lontana dagli schemi a cui la nipote è stata abituata. Si presenta come un uragano: sboccata, insofferente, sfacciata e selvaggia. Contraddittoria nell'approccio alle relazioni: scostante, ma anche amorevole. Veste i panni di una donna popolare: molto truccata, tirata, fumatrice e vestita sempre in modo appariscente. Nella vita fa la domestica, è cattolica praticante e non ha studiato al liceo. Ha avuto un unico grande amore, un uomo, Enzo, che poi è morto per lei e per il suo allontanamento. Lui era sposato e aveva tre figli, lei è stata a lungo la sua amante e questo le ha portato diversi problemi nella quotidianità, compreso l'allontanamento con la famiglia di Andrea.

Il padre di Giovanna, interpretato da Alessandro Preziosi, è sposato con Nella che di professione fa la docente. Andrea è un uomo colto e di sinistra, scrive spesso articoli per L'Unità di Napoli, è un uomo dell'alta borghesia, ben costruito, ma poco leale. Ha chiuso ogni rapporto con la sorella per motivi di denaro, di eredità e non accettando le sue origini proletarie. La madre di Giovanna invece si chiama Nella ed è interpretata da Pina Turco. Insegna anche lei e per arrotondare fa la traduttrice di romanzi stranieri. Innamoratissima del marito, madre attenta e comprensiva che però non accetta il rapporto che la figlia costruisce con la zia che vede come una minaccia ai successi di Andrea.

I personaggi secondari nel libro La vita bugiarda degli adulti

I personaggi secondari della serie sono le due migliori amiche di Giovanna, Ida interpretata da Azzurra Mennella e Angela di cui veste i panni Rossella Gamba. Nelle vesti di Rosario, figlio del boss di quartiere, Adriano Pantaleo, volto noto per aver recitato nel celebre film Io speriamo che me la cavo. Torna sul piccolo schermo anche Maria Vera Ratti, già presente nel Commissario Ricciardi e in Mina Settembre. Questa volta interpreterà Giuliana, la fidanzata di Roberto, il giovane di cui si invaghisce Giovanna che sarà invece Giuseppe Buselli. Infine nel cast Susy Del Giudice nei panni di Margherita, amica di Vittoria, e a interpretare i suoi due figli Corrado e Tonino saranno Giuseppe Brunetti e Gianluca Spagnoli.

La trama di Storia di una ladra di libri: il romanzo di Markus Zusak che ha ispirato il film su Canale 5
La trama di Storia di una ladra di libri: il romanzo di Markus Zusak che ha ispirato il film su Canale 5
Nella fabbrica che dà nuova vita ai vecchi tram napoletani. C'è anche quello di Stefano De Martino
Nella fabbrica che dà nuova vita ai vecchi tram napoletani. C'è anche quello di Stefano De Martino
139.861 di Peppe Pace
La Francia chiede a Madonna di restituire un'importante opera d'arte che si credeva dispersa
La Francia chiede a Madonna di restituire un'importante opera d'arte che si credeva dispersa
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni