dal profilo Facebook della Piccola Farmacia Letteraria di Firenze
in foto: dal profilo Facebook della Piccola Farmacia Letteraria di Firenze

Un'altra piacevole novità alla Piccola Farmacia Letteraria di Firenze, la libreria messa in piedi da Elena Molini che, giorno dopo giorno, sul web e non solo conquista ogni giorno nuovi lettori e appassionati di libri. Un biglietto-regalo speciale. Dopo l'intuizione imprenditoriale di ribattezzare "farmacia letteraria" una libreria, un luogo che in qualche modo possa essere "curativo" attraverso i libri, la poesia e le storie, ecco il "bugiardino" dei libri, che avverte il lettore di ciò che contiene: e cioè, felicità. A presentarlo su Facebook domenica scorsa è la stessa libreria fiorentina.

Quanto siete bravi a farvi cogliere di sorpresa dalla felicità? A volte nella vita di tutti i giorni non ci rendiamo conto di quanto un piccolo gesto, come ad esempio, comprare un regalo sia in realtà un atto d’amore abbastanza complesso. Quando una persona viene in libreria a scegliere un libro per qualcuno che gli sta a cuore lo vedi subito: gira tra gli scaffali, prende un libro, lo posa, ne prende un altro, fa una piccola pila, si siede, lo sfoglia, lo rimette a posto, ne sfoglia un altro, riprende quello che aveva appena posato, lo rimette via, ecc… Posso garantirvi che la stessa persona se dovesse scegliere un libro da leggere per sé impiegherebbe un quarto del tempo e non è solo perché ovviamente ognuno conosce i propri gusti. Alla Piccola Farmacia Letteraria abbiamo deciso di mettere un avvertimento particolare sui nostri pacchetti, proprio perché vogliamo che chi riceve un regalo acquistato da noi sappia che chi lo ha scelto lo ha fatto dedicandogli del tempo, pensando a donargli un piccolo momento di gioia.

Che cos'è la Piccola Farmacia Letteraria

La "Piccola farmacia letteraria" di Gavinana a Firenze è stata messa in piedi da Elena Molini poco più di un anno fa e ne parlò su Twitter anche il sindaco del capoluogo toscano, Dario Nardella. L'intuizione (felice) di associare l'idea di cura a quella dei libri a Elena Molini venne in precedenti esperienze lavorative: "Avendo lavorato in una grande catena di librerie, mi sono accorta che il 90% dei clienti chiedeva consigli in base al proprio stato emotivo" aveva dichiarato in passato.

Sul profilo Facebook della libreria di Firenze

Detto fatto ecco la "Piccola farmacia letteraria" per curare con i libri (più o meno) ogni malore esistenziale. Peraltro una libreria pet friendly, visto il cartello all'ingresso che recita: "Ingresso libero. Qui siete sempre i benvenuti, a due e quattro zampe". Ma come funziona la somministrazione dei libri-farmaci? Attraverso un catalogo ragionato a cui è possibile accedere in libreria, suddiviso tra sessanta categorie di stati d’animo e di malanni fisici. Dove ognuno può trovare rimedio a ciò che lo affligge.