3.342 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Amici di Maria De Filippi 2023/2024

Chi è Petit, uno dei finalisti di Amici 23: il vero nome del cantante e gli inediti

Petit, nome d’arte del 18enne Salvatore Moccia, è un concorrente in finale al Serale di Amici 23. Nato a Roma da madre francese e padre napoletano, ha iniziato la sua carriera da autore dopo la morte della nonna Myriam.
A cura di Vincenzo Nasto
3.342 CONDIVISIONI
Petit, Amici 23
Petit, Amici 23
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Petit, nome d'arte di Salvatore Moccia, è uno dei finalisti di Amici 23. Il giovane cantante, classe 2005 proveniente da Roma, ha conquistato Rudy Zerbi nei casting con il suo inedito Brooklyn e con la cover di di Tutto il resto è noia di Franco Califano. Il cantante, figlio di madre francese e padre napoletano, è anche il nipote della famosa attrice teatrale e cinematografica Nadia Rinaldi, oltre che cugino dell'attore Riccardo Mandolini, che ha recitato il ruolo di Damiano nella serie tv Netflix Baby. All'interno della trasmissione ha pubblicato gli inediti Che Fai, Guagliò, Tornerai e Mammamì. Durante quest'edizione, ha costruito una relazione con la ballerina Marisol: negli ultimi giorni di ottobre, a pochi mesi dall'inizio del talent, c'è stato il primo bacio. Ma andiamo a scoprire chi è Petit.

Chi è Petit e perché il cantante si fa chiamare così

Petit, nome d'arte di Salvatore Moccia, è uno dei nuovi concorrenti nella categoria canto dell'edizione 2023 di Amici. Come raccontato da Maria De Filippi nella presentazione del cantante prima dell'esibizione con il brano Brooklyn: "18 anni, di Roma, mamma di origini francesi e papà napoletano. Quando canta entra in un altro mondo, uno che gli piace e che lo fa sentire sicuro di sé. Non piange spesso, l'ultima volta è stato quando è morta la nonna. Non si arrabbia facilmente e il momento più bello della sua vita è quando finisce un pezzo perché si sente vivo. Ha cominciato a scrivere a 13 anni, ma ha comprato il suo primo microfono a 15". Il nome scelto da Salvatore Moccia, Petit, sembra proprio ricollegarsi alle origini francesi materne, ma non è l'unica curiosità sul giovane cantante romano. Fino allo scorso anno, come riporta anche Avellino Today, militava nella squadra Giovanissimi Regionali Under 14 dell'Avellino. Il suo ruolo? Il centrocampista. Un'altra particolarità è la sua parentela, come riporta Webboh, con l'attore Riccardo Mandolini, che ha recitato il ruolo di Damiano nella serie tv Netflix Baby. Infatti Salvatore Moccia e Riccardo Mandolini sono cugini, parentela legata a sua zia, la famosa attrice teatrale e cinematografica Nadia Rinaldi. Qui il suo profilo Instagram.

Le canzoni di Petit da Che fai a Mammami

Prima di aver avuto la possibilità di accedere al talent di Canale 5, Petit aveva pubblicato solo un brano nell'estate 2022, dal titolo Taki Taki. Il brano non è stato però quello scelto dal giovane autore per conquistare la giuria di Amici, a cui invece ha presentato l'inedito Brooklyn: una decisione azzeccata, come ha sottolineato Rudy Zerbi che lo ha voluto nel suo team. All'interno del programma, oltre Brooklyn, il cantatne ha presentato due progetti: il primo è Che Fai, prodotto da Takagi e Ketra. Il singolo ha collezionato oltre 5,5 milioni di ascolti su Spotify, posizionandosi tra gli inediti più ascoltati all'interno del programma come Dimmi che non è un addio di Holden e Rossofuoco di Mida. Presentato il 4 dicembre in anteprima e pubblicato poi dopo 8 giorni invece Guagliò, il suo secondo inedito prodotto da Zef e scritto insieme ad autori come Alessandro La Cava e lo stesso Zef. In oltre due mesi, il brano ha raccolto 3 milioni di ascolti su Spotify: nel frattempo, il 24 gennaio Petit ha presentato anche Tornerai e più recentemente Mammamì. Durante la semifinale del Serale, è stato annunciato il suo primo Ep omonimo, in uscita il prossimo 17 maggio.

Il percorso di Petit fino alla finale di Amici 23

Dopo la presentazione da parte di Maria De Filippi, Petit si è esibito con il suo singolo Brooklyn, prima di esser invitato da Rudy Zerbi a cantare anche la cover di Franco Califano Tutto il resto è noia. Com'era accaduto anche per Lil Jolie, Petit è stato proprio scelto da Zerbi, che ha deciso di dargli un banco nella trasmissione. Dopo aver trionfato su Spacehippiez ed Ezio, Petit ha la possibilità di lavorare con i producer multi-platino Takagi e Ketra sul secondo inedito Che fai. Non è l'unica soddisfazione che Petit si è tolto all'interno della trasmissione: nella penultima puntata si è esibito con Come nelle nuvole, brano storico di Vasco Rossi. La sua performance, oltre al terzo posto nella classifica cover, è piaciuta anche allo stesso Vasco Rossi, che nelle sue storie su Instagram, si è complimentato con il classe 2005. Dopo alcune settimane di appannamento, il destino all'interno della classe di Petit sembrava segnata, con la sfida con Nova dello scorso gennaio, che l'ha quasi visto abbandonare il talent: la vittoria gli ha permesso di ritrarsi dalle zone buie grigie del programma, prendendosi il suo cono di luce con l'inedito Tornerai solo qualche settimana dopo. Nella puntata dello scorso 25 febbraio, ormai a poche settimane dal Serale, Petit ha ricevuto la maglia dorata che gli permette l'accesso alla fase successiva del talent. Dopo 8 puntate del Serale e la pubblicazione del suo inedito Mammamì, Petit è diventato uno dei sei finalisti di Amici 23.

La storia d'amore con Marisol nata nella scuola di Amici

Nel frattempo, in casetta, sembra esser nata una particolare simpatia tra Petit e la ballerina Marisol, allieva della maestra Celentano. I due, dopo essersi ritrovati stesi sul letto, si sono baciati, dando il via al terzo flirt di quest'edizione. Dopo mesi di convivenza, poche settimane fa c'è stata anche la prima dichiarazione d'amore del cantante: "Io pure se sto inca**ato con te, non ce la faccio. Però perché dobbiamo discutere? A cosa serve? Io ci sto malissimo. Ti amo mari, tanto. Non voglio perderti".

3.342 CONDIVISIONI
346 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views