14 Settembre 2021
07:08

Al via “Internazionale Kids”, il primo festival d’informazione per bambine e bambini

Dal 17 al 19 settembre torna a Reggio Emilia Internazionale Kids, il festival di Internazionale animato dalla missione di invogliare i più piccoli a familiarizzare con l’attualità e le tematiche più urgenti del nostro presente, dal femminismo al riscaldamento globale, dal razzismo sistemico alla parità di genere e identità sessuale.

Dal 17 al 19 settembre, a Reggio Emilia, andrà in scena la prima edizione di Internazionale Kids, il festival di Internazionale animato dalla missione di invogliare i più piccoli a familiarizzare con l'attualità e le tematiche più urgenti del nostro presente, dal femminismo al riscaldamento globale, dal razzismo sistemico alla parità di genere e identità sessuale.

Climate Change, razzismo sistemico e femminismo: gli appuntamenti di Internazionale Kids

Internazionale Kids sarà inaugurato il 17 settembre alle 16 presso il Chiostro di San Pietro, dove l'attivista Espérance Hakuzwimana Ripanti, parte del movimento "Razzismo brutta storia" e autrice di E poi basta. Manifesto di una donna nera (People edizioni, 2019) terrà una lezione dal titolo "Black Lives Matter spiegato ai ragazzi", incentrato sulla nascita e le lotte portate avanti dalle persone afroamericane e sulla piaga del razzismo sistemico, un cortocircuito ancora profondamente radicato nel tessuto politico e sociale statunitense. Largo spazio anche al Climate Change, la sfida più urgente del nostro tempo: l'entomologo Gianumberto Accannelli modererà infatti l'incontro "Attraverso gli occhi di un'ape", in cui illustrerà le strategie da mettere in campo per proteggere gli insetti e, di conseguenza, preservare i nostri ecosistemi. Ampio risalto anche alle tematiche di genere, con interventi di autrici e autori come Giulia Blasi, Giorgia Mecca e il finalista del Premio Strega Jonathan Bazzi, che nel suo laboratorio "La generazione fluida" proverà a fornire ai più piccoli una mappa per orientarsi nella moltitudine delle identità sessuali esistenti. Non mancherà l'occasione per discutere di divulgazione e comunicazione della scienza: Andrea Vico, giornalista scientifico, presenterà infatti "Cosa c’è nella mia testa? Strumenti per smetterla con le superstizioni, il complottismo e le fake news", mentre il saggista a autore televisivo Federico Taddia presenterà Virus game, scritto con la collaborazione della virologa Antonella Viola: una sorta di libro-game interattivo dedicato al sistema immunitario.

Proteste di piazza e fumetti

Altro concetto portante del festival Internazionale Kids di quest'anno è quello di "protesta", inteso in primis come modalità di contrasto a ogni tipo di ingiustizia o prevaricazione; saranno organizzate tante piccole lezioni per insegnare alle ragazze e ai ragazzi i metodi più efficaci per mobilitarsi e ottenere risultati concreti attraverso la libera manifestazione del dissenso: ad esempio, l’illustratrice Teresa Sdralevich terrà un ciclo di incontri dedicato alla realizzazione di cartelloni di protesta belli ed efficaci. Inoltre, ricordando il ventennale del G8 di Genova, lo scrittore Fabio Geda racconterà cosa è successo nel capoluogo ligure nel 2001. Come da tradizione della rivista, anche il fumetto occuperà un posto speciale: Michelangelo Setola, membro fondatore di Canicola, presenterà il suo fumetto Teatro di natura, dedicato alla figura di Ulisse Aldrovandi, naturalista, esploratore e fondatore di uno dei primi musei di storia naturale, studioso, che nel 1568 fondò il giardino botanico di Bologna. Inoltre, l'illustratrice Cristina Portolano terrà un ciclo di incontri dal titolo "Un momento imbarazzante" per insegnare alle ragazze e ai ragazzi a disegnare senza vergogna le proprie peggiori figuracce. 

Tragedia a Napoli, bambino di 3 anni precipita dal terzo piano e muore
Tragedia a Napoli, bambino di 3 anni precipita dal terzo piano e muore
2.766 di Videonews
Cuba vaccinerà contro il Covid tutti i bambini dai 2 ai 18 anni
Cuba vaccinerà contro il Covid tutti i bambini dai 2 ai 18 anni
A Napoli arriva Amal, la bambola simbolo di tutti i bambini profughi
A Napoli arriva Amal, la bambola simbolo di tutti i bambini profughi
691 di MatSpa
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni