Nanni Delbecchi, nato nel 1957, è stato è stato per quindici anni (e "venticinque di convivenza") il marito di Alessandra Appiano, la scrittrice scomparsa lo scorso 3 giugno a Milano. Ieri, su Il Fatto Quotidiano, il giornale di cui è firma di punta e su cui tiene un blog molto seguito, ha pubblicato una struggente lettera in difesa della memoria di sua moglie contro i tanti, e in alcuni casi, sprovveduti commenti sui social. Ma chi è Nanni Delbecchi?

Classe 1957, Delbecchi è originario di Lucca, e si è laureato all’Università di Firenze, dopodiché si è trasferito a Milano. Il giornalista è uno dei professionisti di punta de Il Fatto Quotidiano, autore di numerosi romanzi. L’ultimo, "Guida al giro del mondo", è uscito un anno fa, in contemporanea con "Ti meriti un amore", ultimo romanzo di Alessandra Appiano. Non era difficile vederli viaggiare assieme per promuovere i loro libri, dai festival alle librerie dove incontravano i lettori. La sua carriera giornalistica, costellata di diversi successi, è segnata soprattutto dal fatto di essere stato il primo giornalista italiano a intervistare Ingvar Kamprad, il fondatore di Ikea morto lo scorso gennaio.

A Milano, poco dopo l'arrivo dalla Toscana in cui era cresciuto, ha iniziato a lavorare a Il Giornale con Indro Montanelli, in seguito ha lavorato per La Voce ed è infine giunto a Il Fatto Quotidiano.  Dal 2004, infatti, aveva iniziato la sua carriera di scrittore, pubblicando diversi romanzi, tra cui "I favolosi anni zero", "Il signor Ikea. Una favola democratica", "La coscienza di Mike" e, per l'appunto, "Guida al giro del mondo".

Dopo la morte della moglie Alessandra Appiano, Nanni Delbecchi aveva preferito non rilasciare alcuna dichiarazione pubblica, aspettando fino a ieri per raccontare gli ultimi istanti di sua moglie.