Stava tornando a casa dopo aver finito il suo turno di lavoro in cucina quando è stata coinvolta in un terribile schianto con la sua auto che non le ha dato scampo. Così è morta nelle scorse ore Robertina Scognamillo, 51enne nata a Carovigno ma residente a Brindisi dove lavorava come cuoca presso la caserma Carlotto della Marina militare. Il dramma si è consumato nella serata di giovedì, intorno alle 20.30, sulla strada provinciale tra Brindisi e  San Vito dei Normanni. La cinquantunenne era la volante di una Citroen C3 quando, per causa ancora tutte da accertare si è scontrata frontalmente con un furgone, che viaggiava nel senso opposto di marcia, all'altezza dello svincolo per contrada Montenegro

Un impatto devastante che non ha lasciato scampo alla vittima. La donna è rimasta incastrata tra le lamiere della vettura ed è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per estrarla  e consegnarla nelle mani dei sanitari del 118 anche loro giunti sul posto con due ambulanze. Per la 51enne però era ormai troppo tardi.  I soccorritori hanno provato a rianimarla, ma ogni tentativo si è rivelato vano. Soccorso e trasportato in ospedale invece l'uomo al volante dell'altro mezzo coinvolto, un 56enne rimasto ferito in maniera lieve. Sull'incidete stradale indagano ora gli agenti della polizia locale che oltre i rilievi del caso hanno anche sequestrato i cellulari delle due persone coinvolte per effettuare accertamenti utili a ricostruire la dimaica dell'accaduto.