Nei prossimi mesi i turisti che arrivano dagli Stati Uniti potranno visitare l'Unione europea a condizione che siano stati vaccinati contro il Covid-19. Lo ha annunciato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen in un'intervista al New York Times. "Gli americani, da quello che posso vedere, usano vaccini approvati dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA) – le parole di von der Leyen – ciò consentirà la libera circolazione e viaggi nell'Unione europea. Perché una cosa è chiara: i 27 Stati membri accetteranno, incondizionatamente, tutti coloro che saranno vaccinati con vaccini approvati dall’EMA”. Per il momento Von der Leyen non ha rivelato una tempistica specifica, ma secondo il New York Times le nuove regole potrebbero essere messe in atto già questa estate, mentre le vaccinazioni contro il Covid aumentano in tutto il mondo.

Sono tre i vaccini in uso negli Stati Uniti, tutti approvati dall’Ema: si tratta dei sieri anti-Covid prodotti da Moderna, Pfizer-BioNTech e Johnson & Johnson. Indicando "l'enorme progresso" degli Stati Uniti, Ursula von der Leyen ha osservato che gli Usa sono sulla buona strada per vaccinare il 70 percento della loro popolazione adulta entro metà giugno. La ripresa del viaggio dipenderà "dalla situazione epidemiologica, ma negli Stati Uniti la situazione sta migliorando, come, speriamo, l'Unione Europea", ha detto ancora la presidente della Commissione europea nell’intervista. Tra Unione Europea e Stati Uniti sono in corso contatti per stabilire le caratteristiche e il formato dei certificati vaccinali che dovranno garantire gli spostamenti dei cittadini europei e americani. L'UE si appresta a lanciare un pass vaccinale, che dovrebbe essere disponibile su base volontaria da metà giugno.