Un neonato è stato trovato poco dopo la mezzanotte abbandonato all'angolo di una strada a Verona, fra via Tevere e via Chioda nel quartiere di Golosine. Il piccolo, di circa un mese, come hanno riferito gli operatori sanitari del 118, è stato trasportato in ambulanza all'Ospedale Borgo Trento.

Secondo quanto riporta il sito online dell'Arena di Verona, sarebbe stato un cittadino pakistano, che stava andando al lavoro in bici, a notare il bimbo abbandonato per strada, avvolto in una coperta di lana, che piangeva. Ha subito chiamato il 113 e gli agenti delle Volanti della questura di Verona hanno prestato i primo soccorsi al bimbo e l'hanno messo al sicuro in auto. Ora è ricoverato all'ospedale di Borgo Trento in terapia intensiva pediatrica e "sta bene", secondo quanto riportano delle fonti. E si sta cercando di risalire all'identità del piccolo e dei genitori.

Poliziotti: "Lasciato sotto la pioggia, era infreddolito"

"Era infreddolito e piangeva, lo abbiamo preso in braccio e lo abbiamo portato nella volante visto che pioveva e faceva freddo" hanno raccontato i due poliziotti che per primi son accorsi sul posto. I due agenti hanno atteso l'arrivo dell'ambulanza coi sanitari del 118 a cui poi hanno affidato il neonato ma hanno seguito i mezzo di soccorso fino in ospedale per accertarsi che il bimbo stesse bene. "Siamo due padri con bimbi piccoli e abbiamo preferito il neonato per assicurarci del suo stato fisico e delle sue condizioni. solo quando abbiamo visto che ha iniziato a nutrirsi e a prendere il latte ci siamo rilassati anche noi ed eravamo supercontenti" hanno rivelato i due agenti a L'Arena