Ventidue province a zero contagi, mai così tante dal 16 marzo. È questo quanto risulta dal bollettino di oggi, lunedì 27 aprile: una notizia positiva, arrivata a una settimana esatta dall'inizio della fase 2 dell'emergenza coronavirus. Nessun caso di Covid-19 a Sondrio, Livorno, Prato, Siena, Ascoli Piceno, Fermo, Avellino, Benevento, Taranto, Caltanissetta, Messina, Ragusa, Chieti, Teramo, Terni, Nuoro, Oristano, Crotone, Matera, Potenza, Campobasso, Isernia. Zero contagi anche in due regioni, Molise e Basilicata, dove nella giornata di oggi non è stato registrato nessun caso di coronavirus.

Calano contagi, ma normalità ancora lontana

Secondo l'ultimo bollettino diramato oggi, sono 199.414 le persone positive, di cui 66.624 guariti e 26.977 decessi. Cala ancora il numero di nuovi contagi da coronavirus che oggi sono 1.739. Numeri che si stanno abbassando rispetto all'inizio della pandemia, ma che non consentono ancora di abbassare la guardia. Il premier Giuseppe Conte lo ha ribadito più volte nel corso della giornata: nonostante il 4 maggio entri in vigore la cosiddetta ‘Fase 2‘, non ci sono ancora le condizioni per tornare alla normalità. Questo nonostante l'evidente allentamento delle misure per il contenimento della pandemia.

Italia si prepara a Fase 2

In un discorso al Paese, il premier ha anticipato le misure del nuovo decreto previsto per la Fase 2, che scatterà il 4 maggio: i parchi saranno riaperti, e ci si potrà spostare per far visita ai familiari. Escluso lo spostamento tra regioni se non per motivi urgenti, resta in ogni caso obbligatoria l'autocertificazione. Le scuole rimarranno invece chiuse almeno fino a settembre.