Una bizzarra disavventura ha visto ieri mattina protagonista un uomo veneto di 74 anni che, dopo essersi fermato lungo l'autostrada A57 per fare pipì, è rimasto a lungo incastrato tra il battitacco e la portiera della sua macchina che, dopo essersi sfrenata, è finita contro il guardrail. A "salvarlo" è stato un provvidenziale intervento della polizia stradale di Mestre.

Stando a quanto ricostruito l'uomo era alla guida di una Volkswagen Passat station wagon quando ha accostato in una piazzola dell'autostrada, al km 3+400 in territorio di Mira, dimenticando di azionare il freno a mano. Dopo essere sceso la macchina si è messa in movimento e l'ha sorpreso: l'uomo se n'è accorto troppo tardi, ha inseguito la vettura nel timore che potesse finire sulla carreggiata ma è rimasto schiacciato tra la portiera e il guardrail, accusando ovviamente dolori lancinanti alle gambe.

Ad accorgersi di lui sono stati dei passanti che hanno dato l'allarme: pochi minuti dopo è intervenuta la Polizia Stradale con due pattuglie; gli agenti hanno imbragato la ruota anteriore sinistra della Passat, trainandolo l’auto in maniera da staccarla quel tanto da consentire di estrarre il pensionato. Sul posto anche un’ambulanza con i sanitari che hanno prestato le prime cure al ferito, al quale è stato riscontrato un significativo trauma da schiacciamento che fortunatamente non ha comportato la frattura degli arti inferiori ma un brutto ematoma. Durante le operazioni di soccorso è stata interdetta alla circolazione una corsia, senza comportare alcun disagio visto l’esiguità del traffico. Pochissime persone infatti stavano viaggiando a causa delle restrizioni causate dalla pandemia.