Doveva essere un tranquillo dopo cena da trascorrere nei vialetti vicino casa a bordo delle loro bici ma la pedalata insieme alla mamma di una di loro si è trasformata in un incubo per due bambine di 8 anni residenti a Cavarzere, nella città metropolitana di Venezia. Le due amichette, insieme alla donna, sono state aggredite da due cani di grossa taglia che sono spuntati fuori improvvisamente e le hanno ferite gravemente a morsi. Una delle bambine e la mamma hanno riportato ferite gravi agli arti superiori compresa la rottura del tendine ma ad avere la peggio è stata l'altra minore che è stata aggredita e azzannata al volto ed è rimasta sfigurata. L'episodio, avvenuto nella serata di venerdì, intorno alle 21, poteva finire ancora più tragicamente se non fosse intervenuto un vicino di casa che, sparando dei colpi in aria con un’arma, una pistola scacciacani, sarebbe riuscito ad allontanare gli animali inferociti.

Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, le tre vittime stavano pedalando sulle loro bici quando sono spuntati fuori all'improvviso i due cani, pare due esemplari di American Staffordshire terrier, residenti proprio in zona e a spasso con la proprietaria. I due animali pare fossero anche legati al guinzaglio ma alla vista delle bici si sarebbero lanciati rabbiosamente sulle bimbe e la donna liberandosi dalla mano della padrona che è rimasta ferita a sua volta. La ventenne non è riuscita a fermarli  e per diversi secondi si è temuto il peggio. Alla fine gli animali però hanno mollato la presa e le vittime sono state soccorse dai presenti e poi dai sanitari. La donna è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale di Chioggia, le sue piccole invece sono state trasportate all’ospedale pediatrico di Padova.