Un vasto incendio si è sviluppato in queste ore tra i comuni di Arischia e Pizzoli in provincia de l'Aquila: le fiamme si sarebbero propagate nelle pineta che sorge nei pressi della strada statale 80 che stando a quanto comunicato da Anas è stata chiusa al traffico. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco con numerosi mezzi oltre a diversi canadair che stanno tuttora sorvolando la zona per tentare di domare le fiamme.

Le fiamme continuano a propagarsi nella zona

Stando a quanto si apprende sarebbero tre i mezzi aerei in azione insieme ad un elicottero della Protezione civile regionale oltre a diverse squadre di vigili del fuoco e volontari: le fiamme avrebbero attecchito in particolare sulla strada statale 80 che sale verso le "Capannelle" e conduce a Teramo, distruggendo in pochissime ore la vegetazione che ricopre le colline che circondando la zona. Purtroppo, complici le temperature molto alte, le fiamme si stanno propagando velocemente e il rogo è visibile a chilometri di distanza così come la nube di fumo piuttosto estesa.

Chiuso il tratto della strada Statale 80 al km 18.000

Ancora non è chiara la causa del rogo che non appresta ad arrestarsi tanto da aver causato anche la chiusura della strada statale 80 del Gran Sasso: l'incendio avrebbe infatti raggiunto un'area adiacente alla statale nella frazione di Arischia, L’Aquila. Secondo quanto riferito dall'Anas è stato infatti provvisoriamente chiuso al traffico un tratto della statale 80 in entrambe le direzioni, in corrispondenza del km 18.000: il traffico viene deviato per Marruci, su strada comunale, poi sulla SS260 fino a Capitignano e successivamente sulla strada statale 260 Picente e precisa che "la regolare circolazione verrà ripristinata nel più breve tempo possibile".