Si chiama Ionut Bogatu, ha 21 anni e da tre mesi è un ragazzo scomparso. È uscito la sera del 14 luglio per andare a fare un passeggiata, ma al ritorno dal lavoro a mezzanotte, sua madre non ha trovato traccia di lui. Il 21enne è uscito di casa portando con sé solo i documenti e le chiavi. Il cellulare, invece, è stato ritrovato in casa. È alto 1 metro e 90, ha i capelli castani e gli occhi verdi. L'ultima volta che è stato visto indossava t-shirt, pantaloncini neri e un paio di scarpe da ginnastica.

Il cellulare di Ionut ha permesso di accertare che all'inizio di settembre qualcuno ha effettuato l'accesso nel profilo Facebook di Ionut, visualizzando alcuni messaggi, e nella sua casella di posta elettronica. "Che io sappia non aveva nessuna ragione per allontanarsi – dice a Giallo, Cerasela Corpaci, la mamma di Ionut . "Sappiamo che entrato nell'account FB e nella posta, questo ci fa pensare che sia vivo e che si tratti di un allontanamento volontario, ma non è sufficiente a tranquillizzaci. La nostra speranza è che tutto si risolva nel migliore modo possibile, Ionut ti prego facci sapere che stai bene. Rispettiamo qualunque tua a decisione, basta che tu sia sereno. Questo silenzio però ci sta distruggendo dentro, per favore fatti vivo". Ionut vive a Livorno con la madre e la sorella. Fino a un mese fa ha lavorato come tubista al cantiere navale. Chiunque avesse sue notizie può contattare le autorità locali.