Inizierà questa sera la distribuzione dei vaccini anti Covid della Johnson & Johnson in Italia dopo l'ok dell'Ema, l'Agenzia Europea del Farmaco. È previsto infatti per oggi l'avvio della distribuzione delle 184mila dosi di Janssen immagazzinate presso l'hub nazionale vaccini della Difesa di Pratica di Mare, dopo il confezionamento da parte dei farmacisti del Ministero della Salute, insieme a personale militare inquadrato nell'operazione EOS.

La conferma è arrivata questa mattina attraverso una nota del Commissario per l'emergenza Covid. Inizia così anche in Italia la distribuzione del vaccino ideato dalla multinazionale americana oggetto di una momentanea sospensione dopo i casi "rari" di trombosi dall'Ema definiti "molto simili ai casi verificatisi dopo il vaccino AstraZeneca", che hanno fatto ipotizzare un "possibile collegamento" proprio con la somministrazione del vaccino. Dopo alcune settimane, l'Ema ha così approvato il vaccino pur richiedendo che vengano effettuate ulteriori analisi visto che è stato segnalato "un possibile collegamento con casi molto rari di trombosi insolite associate a piastrine basse". Nel verdetto però l'agenzia sottolinea che, così come è accaduto per AstraZeneca, i benefici sono di gran lunga maggiori dei rischi.

Come già successo per il vaccino anglo-svedese, l'orientamento trapelato era quello di raccomandare anche questo vaccino per i soggetti over-60. "Come ci aspettavamo, su Johnson &Johnson l'EMA e l'FDA hanno avuto approfonditi scambi di informazioni e hanno concluso che i rari casi di trombosi sono al limite della valutabilità se non della trascurabilità. Quindi il vaccino è per tutti e l'Italia lo colloca in fascia anziana dove sicuramente i benefici sono maggiori dei rischi", così il direttore dell'Aifa Nicola Magrini. Dunque in Italia l'uso del vaccino anti Covid Johnson&Johnson è raccomandato agli over 60.