1.823 CONDIVISIONI
Covid 19
31 Maggio 2021
08:19

Vaccini Covid, in arrivo la terza dose: si farà dai medici di base

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha spiegato che “sarà molto probabile dover ricorrere ad una terza dose come richiamo necessario, eventualmente potranno esserci modifiche dei vaccini per poter coprire meglio alcune varianti e che le inoculazioni verranno fatte dai medici di base. Le mascherine? Bisogna avere una cautela in più”.
A cura di Ida Artiaco
1.823 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

È possibile che dovrà essere somministrata una terza dose di vaccino Covid e che saranno i medici di base a preoccuparsi delle inoculazioni, magari a partire dal prossimo autunno. È quanto ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo ieri sera in diretta nel corso della trasmissione Che tempo che fa. Da tempo si sta parlando di un ulteriore richiamo del vaccino anti Covid per aumentare la protezione contro le nuove varianti del Coronavirus. "In questo momento – ha spiegato il ministro – non abbiamo certezze assolute, ma tutti i nostri scienziati ci dicono che sarà molto probabile dover ricorrere ad una terza dose come richiamo necessario, eventualmente potranno esserci modifiche dei vaccini per poter coprire meglio alcune varianti. Bisognerà dunque passare da una fase straordinaria ad una fase ordinaria e penso che questa nuova ordinarietà possa essere affidata alla nostra straordinaria rete di medici di medicina generale. Io ho 42 anni, dopo il 3 giugno potrò anche io avere il vaccino. Ho scelto di vaccinarmi presso il mio medico di famiglia e credo sia giusto".

Attesa per l'ok di Aifa all'uso di Pfizer per i 12-15enni

Speranza è anche intervenuto sulla questione del vaccino agli adolescenti: dopo il via libera dell'Ema, è atteso per oggi l'ok di Aifa per l'uso del siero Pfizer per i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 15 anni, in attesa che vengano conclusi gli studi sulla somministrazione a fasce d'età ancora più giovani. "Avremo la possibilità una volta che Aifa avrà fatto questo passaggio, di utilizzare Pfizer anche tra i 12-15 anni.Penso che sia molto importante, soprattutto se guardiamo alla ripresa della scuola a settembre. Dobbiamo usare il più possibile i pediatri di libera scelta. I pediatri italiani sono di straordinaria qualità e hanno un radicamento sul territorio, un rapporto di fiducia molto importante con le famiglie. Io vorrei che ci sia il loro massimo protagonismo sempre nel coordinamento con i territori e le regioni".

L'estate secondo Speranza tra green pass e mascherine

Il ministro ha parlato anche di green pass, definendolo "un’arma importante, uno strumento per favorire la mobilità: sarà sia in formato cartaceo che digitale. In formato cartaceo è già disponibile, si è in condizione già oggi di ricevere un certificato di vaccinazione. È utilizzabile anche il certificato cartaceo dopo un tampone negativo. Il passaggio al digitale è la vera sfida, ci consentirà una vera interoperabilità con i paesi europei. Dobbiamo anche andare oltre: la prossima settimana – ha detto ancora il ministro – c’è una riunione a Oxford tra i ministri della Salute dei paesi del G7, la mia proposta è che si vada oltre i limiti europei. Penso a Usa, Canada, Giappone. Lavoreremo affinché il green pass arrivi nel modo più semplice possibile: in cartaceo dove necessario, ma anche sul proprio telefonino. Un codice molto semplice consentirà di avere una migliore mobilità". Infine, la questione mascherine. Alla domanda quando potremo toglierle, Speranza ha risposto: "Le mascherine sono e restano fondamentali. Il distanziamento resta ed è fondamentale. Evitare gli assembramenti resta una regola decisiva. La mascherina tutto sommato non è un prezzo enorme. Possiamo permetterci ancora, in una fase di transizione, di avere una cautela in più. Io sono fiducioso, guardo con fiducia ragionata le prossime settimane. Dobbiamo continuare a tenere questo doppio atteggiamento".

1.823 CONDIVISIONI
28422 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni