506 CONDIVISIONI
8 Agosto 2022
09:38

Uccide la moglie a Venaria, dopo l’omicidio ha provato a togliere il sangue dalle pareti di casa

Le forze dell’ordine lo hanno trovato mentre cercava di ripulire il sangue dalle pareti del soggiorno della sua abitazione di Venaria, nel Torinese. Il 73enne Giovenale Aragno ha subito ammesso di aver ucciso la moglie a bastonate.
A cura di Gabriella Mazzeo
506 CONDIVISIONI
Giovenale Aragno e Silvana Arena
Giovenale Aragno e Silvana Arena

"Venite, per favore, stanno litigando. Sentiamo urla allucinanti, fate in fretta".

Sono state queste le parole dei vicini di casa di Giovenale Aragno, il pensionato 73enne che ha ucciso la moglie a bastonate nella giornata di ieri 7 agosto a Venaria, nel Torinese.

Il 112 ha contattato l'anziano solo dopo aver raccolto la richiesta di aiuto dei vicini di casa. L'uomo avrebbe ammesso di aver aggredito la consorte, senza però riferire dell'omicidio.

"Venite a vedere" avrebbe solo detto prima di riagganciare.

Quando i carabinieri e il 118 sono arrivati in via Sandre 14 a Venaria, si sono trovati davanti una scena raccapricciante.

Il 73enne, infatti, stava cercando di ripulire il sangue sulle pareti della sala da pranzo. A terra giaceva il corpo della sua compagna, Silvana Arena.

Secondo quanto accertato, la donna è morta dopo diversi colpi alla testa.

"Sono stato io" avrebbe subito ammesso l'anziano davanti agli agenti. Interrogato dalle forze dell'ordine, ha spiegato di aver ucciso la moglie con un bastone che custodiva in casa.

L'uomo si trova ora nel carcere di Ivrea con l'accusa di omicidio. Nella giornata di oggi, lunedì 8 agosto, sarà interrogato dal gip per l'udienza di convalida.

Silvana Arena
Silvana Arena

Stando a quanto accertato dalle autorità, i due coniugi litigavano da tempo. Motivo del contendere, secondo i vicini di casa, le cure per una figlia 46enne con problemi di salute che abitava in una struttura di Terni.

Aragnano infatti non voleva corrispondere altre somme di denaro per il suo mantenimento. Questa versione dei fatti, però, sarà ulteriormente verificata dagli inquirenti.

Giovenale Aragno
Giovenale Aragno

Aragno aveva la passione per le scampagnate in bicicletta. L'uomo si dedicava a questo passatempo da quando aveva smesso di lavorare come agente di commercio di utensili da lavoro. La vittima, invece, era una casalinga.

"Silvana era una persona estremamente gentile – hanno spiegato i vicini di casa alla stampa -. Con lei però abbiamo sempre scambiato un sorriso e poche parole".

Secondo i residenti del quartiere, i rapporti tra i due coniugi erano ormai logorati da tempo. La vittima affidava spesso i sui pensieri a Facebook.

Lo scorso luglio scriveva: "Una persona non sceglie se essere buona o cattiva, si adegua a come viene trattata".

506 CONDIVISIONI
Palermo, maxi-rissa in discoteca tra 20enni per gli alcolici:
Palermo, maxi-rissa in discoteca tra 20enni per gli alcolici: "Sangue ovunque sulle pareti"
Litigano per le troppe luci accese in casa: lui uccide l'ex moglie e il figlio di lei
Litigano per le troppe luci accese in casa: lui uccide l'ex moglie e il figlio di lei
Spinea, uccide la moglie a coltellate in casa poi veglia il corpo fino all'alba: arrestato
Spinea, uccide la moglie a coltellate in casa poi veglia il corpo fino all'alba: arrestato
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni