Temeva Antonio Loglio, Roberta Ragusa, e lo aveva lasciato scritto in un diario finora inedito alcune settimane prima della sua scomparsa, avvenuta la notte tra il 12 e il 13 febbraio di 4 anni fa: tra le righe la donna di San Giuliano Terme – in provincia di Pisa – annotava sospetti, frustrazioni e presunti tradimenti del marito con l’ex baby sitter, Sara Calzolaio.

Le pagine di quel diario sono state pubblicate per la prima volta dal settimanale Giallo: tra le parole scritte dalla Ragusa c'è anche "Tragedia", in riferimento a un presunto incidente domestico. La donna era caduta dalle scale, episodio che secondo gli inquirenti potrebbe aver rappresentato un primo non riuscito tentato omicidio da parte di Antonio Logli, che reggeva la scala mentre la moglie vi si era arrampicata. La donna sarebbe caduta da lì a pochi istanti sfiorando con la testa lo spigolo di un mobile. Roberta si spaventò talmente tanti da farsi visitare per escludere eventuali traumi. La tesi del "finto incidente" è stata confermata anche da un'amica della toscana: “La vicenda della caduta dalla scala l’aveva fatta molto arrabbiare, mi disse che era un miracolo che era ancora viva perché nel cadere non aveva battuto la testa contro i mobili dell’ingresso”. E avrebbe anche aggiunto: “Ha provato ad ammazzarmi”.

Tra le righe la Ragusa scrisse anche “Giornate così”, secondo alcuni come a dimostrare che aveva ormai scoperto un tradimento del marito. E a tal proposito, Logli il 21 dicembre conoscerà il suo destino dopo essere stato prosciolto in primo grado – sentenza poi annullata in Cassazione.