Tragedia a Polesella, Rovigo. Una donna ha ucciso il marito a coltellate e ha tentato il suicidio ieri sera. Rosangela Dal Santo, 57 anni, nata a Rovigo, si è salvata solo grazie all'intervento dei vicini che hanno aperto il garage con un piede di porco, insospettiti dal rumore del motore dell'auto, ed hanno chiamato i soccorsi. La donna è stata soccorsa e ricoverata in ospedale a Rovigo per intossicazione, ma non è in pericolo di vita. Al momento non è né in stato di arresto né in stato di fermo.

Dopo aver soccorso la donna, è stato rinvenuto in casa il corpo senza vita del marito, colpito da numerose coltellate. La vittima si chiama Costantino Biscotto, 55 anni, originario di Varese,  rappresentante di prodotti alimentari. Ancora da chiarire i contorni della tragedia familiare. Sul caso stanno indagando i carabinieri intervenuti sul posto e impegnati, da ieri, nei rilievi e negli accertamenti del caso. Si cerca ancora l'arma del delitto.

Stamane la notizia di un altro efferato delitto ha riempito le pagine di cronaca. Si tratta dell'omicidio di Tiziana Gentile, bracciante agricola di 48 anni, uccisa a coltellate nella sua abitazione a Orta Nova, in provincia di Foggia. Gli inquirenti avrebbero già un sospettato, un conoscente della vittima di 46 anni circa, Gerardo Tarantino. L'uomo, secondo le prime indiscrezioni, abitava a pochi passi dall'abitazione di Tiziana e si sarebbe presentato spontaneamente presso la Caserma dei Carabinieri. Movente del delitto un litigio avvenuto tra Tiziana e la moglie del Tarantino, sul posto di lavoro, per questioni lavorative. La donna era stata ritrovata in casa con una profonda ferita al collo.Prima dell’omicidio, il killer aveva scritto su Facebook un messaggio rivolto figlio minorenne: “Sarò latitante, sono pericoloso. Vivrò mangiando erba. Difendi le nostre proprietà”.