Vanno a trovare l'anziana madre in ospedale in vista del trasferimento in un'altra struttura e scoprono che è morta tre giorni prima. Protagoniste di questa sconcertante storia avvenuta a Torino, in Piemonte, sono Rosaria e Daniela Panebianco che sono venute a sapere che la loro mamma, Maria Greco, 91 anni, era spirata, solo per caso, tre giorni dopo. A scoprirlo è stata Rosaria, lunedì scorso quando è andata in ospedale con tutti i documenti per il trasferimento della madre in una struttura sanitaria di assistenza per anziani. "Ho chiesto di poterla vedere visto che mi trovavo già in ospedale, mi hanno risposto che mamma era morta venerdì, tre giorni prima" dice a Repubblica. "È una questione di rispetto per chi non c'è più e di umanità", conclude.

Non bastano le scuse, tuttavia. L'Asl To3 ha avviato un'indagine interna per accertare quanto accaduto, mentre la famiglia ha chiesto copia delle cartelle cliniche della paziente, il cui decesso è stato dichiarato alle 22 del 24 luglio. La signora Greco era stata ricoverata all'ospedale di Rivoli il 2 luglio scorso con un'insufficienza respiratoria, ma subito è stato escluso (con tre tamponi) che su trattasse di Covid19. "Il 4 luglio è stata trasferita a Venaria – spiegano le figlie – da allora siamo riuscite a vederla solo due volte. Non mettiamo in discussione le norme anti-contagio anche se avremmo voluto starle accanto, ma quello che è successo è gravissimo. Avevamo chiesto quanto le restasse ma i medici ci avevano risposto che era impossibile dirlo".  "Sabato e domenica – spiega Daniela- abbiamo provato a chiamare noi ma non siamo riuscite a parlare con nessuno".