Paura nel cuore di Torino, dove questa mattina all'alba ha preso fuoco la Cavallerizza Reale, complesso architettonico patrimonio Unesco che sorge alle spalle di via Po. Immediato l'intervento dei vigili del fuoco, che da ore sono al lavoro per domare l'incendio che ha interessato parte del tetto della struttura e rischia di espandersi. Lo stabile da anni è occupato da collettivi. Non ci sono feriti: lo rende noto il 118.

Le fiamme hanno coinvolto le ex stalle della Cavallerizza, chiamate Le Pagliere, dove ci sarebbero magazzini in cui viene accatastato materiale di vario tipo. ""Il fuoco è divampato verso le 7.20. A quell'ora c'era gia' gente nei laboratori. C'erano anche persone che hanno passato lì la notte", ha raccontato all'Ansa uno degli occupanti.

Il fumo alto e le fiamme hanno accolto al risveglio i residenti della zona. Sono ancora da capire quali siano le cause del rogo. Sul posto operano cinque squadre dei vigili del fuoco. I timori maggiori riguardano il rischio che le fiamme possano estendersi al confinante auditorium della Rai. E la notizia sta già circolando sui social.

Alcuni anni fa c'era già stato un incendio nell'edificio. Sarebbero ancora da capire le cause che hanno scatenato le fiamme anche se il Telegiornale regionale Rai Piemonte parla di una possibile pista dolosa, diffondendo le prime immagini dello stabile alla luce del giorno.

La sindaca Appendino: "Fa male vedere la Cavallerizza tra le fiamme"

"L'incendio poteva generare molti più danni. Dobbiamo ringraziare l'impegno dei vigili del fuoco se Auditorium Rai e Archivio non stati intaccati dalle fiamme. È stato ridotto l'impatto e l'incendio è stato domato": con queste parole la sindaca di Torino, Chiara Appendino, termina il sopralluogo alla Cavallerizza Reale. Poi conclude:"Fa male vedere un edificio storico tra le fiamme. Ora è presto per fare altre valutazioni. Ci saranno accertamenti sulle cause. È evidente che la Cavallerizza così non puo' stare".

"Per il suo rilancio, come Città ci eravamo dati l'obiettivo di chiudere il 31 ottobre lo studio per dare una vocazione a tutte le aree del complesso e manterremo i tempi", aggiunge la sindaca. "Dal punto di visto politico, si procede su questo percorso. Il tema oggi non è l'occupazione. Ho chiesto all'assessore all'Urbanistica, Antonino Iaria, di lavorare su questo dossier, che è prioritario. Stiamo lavorando anche per evitare episodi come quello di questa mattina", conclude Appendino.