Avevano organizzato una festa di compleanno con 40 persone, nonostante i divieti previsti dalle norme contenute nel nuovo Dpcm. È accaduto a Orbassano, comune in provincia di Torino, dove i carabinieri sono stati costretti a interrompere l'assembramento creatosi in una tensostruttura di circa 300 mq.

Stando a quanto si apprende, al suo interno gli organizzatori avevano creato una vera e propria festa con tanto di cucina per preparare i pasti, un bar, un'area ristoro e un impianto musicale per accompagnare i partecipanti durante la serata. Ad attirare i militari dell'Arma sono state le numerose auto insolitamente parcheggiate nella zona: e così quando i carabinieri hanno fatto irruzione nella tensostruttura hanno trovato le decine di persone intente a partecipare alla festa organizzata per celebrare un compleanno. In seguito agli accertamenti dei militari sembra che l'area fosse di proprietà di un 62enne di etnia sinti con numerosi precedenti penali. All'evento erano presenti i componenti di varie famiglie della zona, abitanti in un insediamento abusivo dei paraggi, per un totale di 13 minorenni e 26 adulti. Tutti i presenti alla festa sono stati multati per violazione delle norme contro il coronavirus.

Sempre in Piemonte, lo scorso sabato i carabinieri sono intervenuti nella celebre discoteca “Tabata” a Sestriere, celebre località sciistica nel Torinese, dove era in corso una festa a cui hanno partecipato decine e decine di giovani. Giovani che, a quanto emerso, sono stati sorpresi dai miliari mentre ballavano sulla pista piena del locale e anche sui tavoli, senza che nella discoteca venissero rispettate le misure anti-Covid. Era stata la stessa discoteca ad annunciare la festa con svariati post pubblicati negli ultimi giorni su Facebook in cui si parlava di un evento che si sarebbe svolto "in totale sicurezza protocollo Covid-19”.