I 60.776 aspiranti camici bianchi che lo scorso 3 settembre hanno participato ai test per le facoltà a numero chiuso di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Clinica Pediatrica hanno terminato il primo conto alla rovescia del lungo percorso verso la loro immatricolazione. Oggi, martedì 17 settembre, alle ore 10:44 sono stati pubblicati i primi risultati e punteggi provvisori in maniera anonima, ordinati secondo il codice etichetta, resi noti dal Miur sulla piattaforma Universitaly. In questo modo già oggi i candidati potranno farsi un'idea del punteggio minimo raggiunto per entrare nella graduatoria finale. Nel 2018 i risultati uscirono intorno alle 14:40, quindi quest'anno si sono anticipati. Si ricorda che non si tratta ancora della graduatoria nazionale ufficiale del Miur del test di Medicina 2019, con la quale saranno assegnati gli 11.658 posti a disposizione nei vari atenei italiani, e che sarà resa nota solo il prossimo 1 ottobre.

Il punteggio più alto e il punteggio medio nella graduatoria provvisoria

Stando ai dati resi noti dal Miur, gli idonei, quelli cioè che  tra i 60.776 hanno partecipato ai test e hanno totalizzato i 20 punti minimi necessari per concorrere alla graduatoria nazionale e alla distribuzione dei posti disponibili, sono quest’anno 42.745, il 70,33% del totale. Il punteggio medio nazionale registrato tra gli idonei è di 35,23. Il punteggio medio più alto a livello di ateneo è di 39,12 a Pavia. La percentuale di idonei più alta è stata registrata a Udine (83,5%). Il punteggio più alto è stato conseguito presso l’Università Statale di Milano, con ben 82,4. I primi 100 classificati sono concentrati in 22 atenei, in particolare in quelli di Milano-Bicocca, Bologna, Catania, Padova e Pavia. Tuttavia, non tutti gli idonei saranno presi nelle facoltà. Verrà infatti stilata una classifica dal voto più alto a quello più basso.

Quando esce la graduatoria anonima del test di Medicina 2019

A differenza di quanto verificatosi negli anni precedenti, la graduatoria anonima, consultabile attraverso il proprio codice etichetta nell'area riservata del sito Universitaly, oggi, martedì 17 settembre è uscita prima del previsto, in prima mattinata. Al portale si può accedere con le stesse credenziali utilizzate per iscriversi al test. Una volta effettuato l'accesso i singoli candidati potranno conoscere il proprio punteggio in maniera del tutto anonima e farsi un'idea sulla propria posizione in graduatoria, che sarà ufficializzata soltanto l'1 ottobre. Si ricorda che per passare il test bisogna aver ottenuto un punteggio minimo di 20 punti secondo quanto stabilito dal Miur.

Cos'è il codice etichetta e cosa fare in caso di smarrimento

Il codice etichetta serve agli aspiranti camici bianchi per accedere all'area riservata sul sito Universitaly e conoscere il punteggio ottenuto al test di Medicina 2019 in maniera anonima. Il codice etichetta non è altro che il codice alfanumerico della coppia di etichette che i candidati hanno attaccato sulla scheda anagrafica e sul modulo delle risposte. Per chi non riesca a ricordarselo o non l'abbia memorizzato, niente paura. Un metodo per recuperarlo c'è, anche se è un po' complesso. In candidati che abbiano smarrito il codice etichetta possono andare sul sito del Miur, nella sezione "Accesso programmato", e scaricare il file con le domande del test del 3 settembre, cercando di ricordare le proprie risposte ai quesiti e incrociarle con le soluzioni che si trovano nello stesso file. A questo punto si può effettuare il calcolo in maniera autonoma, considerando 1,5 punti per ogni risposta giusta, -0,4 per le risposte sbagliate e 0 punti per le risposte non date. In base a questo calcolo che dovrete fare in maniera suddivisa anche per materia (logica cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica) si può cercare di rintracciare il vostro codice confrontandolo col punteggio ottenuto.

Cosa significa se non si è raggiunto il punteggio minimo di 20 punti

Per entrare in graduatoria e sperare di ottenere uno degli 11.658 posti messi a disposizione dal Miur per le facoltà a numero chiuso di Medicina e chirurgia, bisogna aver raggiunto un punteggio minimo di 20 punti. Per essere cioè considerati idonei e giocarsi la partita, è necessario acquisire almeno 20 punti. Altrimenti, si è esclusi automaticamente dalla graduatoria nazionale. È questa una delle novità del test di Medicina 2019 introdotte dal Ministero dell'istruzione, dell'Università e della Ricerca con il bando dell'1 aprile scorso.

Test di Medicina 2019, le date di uscita di graduatorie e scorrimenti

Tra dieci giorni, il 27 settembre, sempre sulla propria pagina riservata del portale Universitaly i candidati potranno accedere al proprio elaborato, al punteggio e alla scheda anagrafica. Infine, l'1 ottobre 2019 sarà pubblicata la graduazione nazionale di merito nominativa dal Miur. Accanto al proprio nome tutti coloro che hanno ottenuto il punteggio minimo di 20 punti potranno verificare il proprio status tra "assegnato", "prenotato", "non assegnato" e "fine posti". Seguiranno, a cadenza settimanale, quindi presumibilmente a partire dal 9 ottobre, gli scorrimenti fino a quando non saranno occupati tutti i posti a disposizione negli atenei italiani per le facoltà di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria.