Una serie di scosse di terremoto hanno colpito le Marche nel pomeriggio di oggi, giovedì 27 agosto. Un vero e proprio sciame sismico è in atto nella provincia di Macerata con scosse superiori a magnitudo tre. L'ultima in ordine di tempo è una scossa di magnitudo 3.4 della scala Richter con epicentro nel comune di Sarnano, in provincia di Macerata, registrata alle 19.15 con ipocentro ad una profondità di 25 km. In precedenza un'altra scossa con lo stesso epicentro ha avuto intensità pari a 3.2 gradi della scala Richter. L’evento sismico è stato registrato dai sismografi esattamente alle ore 17.09 con epicentro con coordinate geografiche (lat, lon) 43.02, 13.3. Sempre secondo i dati diffusi dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, l’ipocentro della scossa di terremoto nelle Marche è stato localizzato invece a una profondità di circa 23 chilometri.

Oltre a Sarnano, nel raggi di dieci chilometri dall’epicentro anche i comuni di Gualdo, Amandloa , Bolognola, Montefortino e San ginesio, divisi tra la Provincia di Macerata e quella di Fermo. Altri 31 i comuni nel raggio di venti chilometri. Fortunatamente non vengono segnalati danni a persone o cose ma l‘evento sismico è stato avvertito chiaramente dalla popolazione locale così come quello già avvenuto questa notte di intensità pari magnitudo 3.5 con epicentro in provincia di Ancona.

In realtà è l’intera zona del centro Italia ad essere stata colpita nelle ultime ore da uno sciame sismico che fortunatamente però non ha prodotto scosse di forte intensità e le scosse di mangituso tre sono state  seguite e precedute da una serie di event sismici minore a distanza di minuti con epicentro nella medesima località.