4.944 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Stellantis, cassa integrazione per 2mila operai. Ma al Ceo stipendio di 36mln di euro (+55%)

A partire da lunedì prossimo oltre 2mila lavoratori e lavoratrici dello stabilimento di Mirafiori saranno in cassa integrazione. Intanto gli azionisti hanno approvato un aumento di stipendio del 55% per il Ceo di Stellantis, Carlos Tavares: guadagnerà 36 milioni di euro. Come più di mille operai.
A cura di Davide Falcioni
4.944 CONDIVISIONI
Immagine

Più di duemila lavoratori e lavoratrici dello stabilimento di Mirafiori, addetti alla Fiat 500 elettrica e alle auto Maserati, saranno in cassa integrazione da lunedì 22 aprile fino al 6 maggio.  Dopo la cig già in corso per oltre 1.200 tute blu, sempre sulla linea della 500 elettrica, e il contratto di solidarietà in vigore fino a dicembre a rotazione per 960 dipendenti della Maserati, arriva dunque una nuova doccia fredda. Che dimostra – sostengono i sindacati – la correttezza delle istanze portate in piazza a Torino da metalmeccanici e colletti bianchi lo scorso 12 aprile.

Immagine

La richiesta delle organizzazioni sindacali è sempre quella di far tornare nuovi modelli a Mirafiori, per un rilancio reale in città. Nessuna novità positiva in tal senso tuttavia è arrivata dall'assemblea degli azionisti il cui presidente, John Elkann, si è detto fiero dei risultati ottenuti. Assicurando che i tre Paesi fondatori del gruppo (dunque l'Italia, con Stati Uniti e Francia) "giocheranno un ruolo importante nel processo di adattamento e trasformazione". "Il 2024 continuerà a essere un anno di sfide – ha aggiunto l'ad Tavares – il portafoglio delle elettriche crescerà del 60 per cento a 48 vetture".

E sempre l'assemblea degli azionisti di Stellantis ha approvato oggi la distribuzione di un dividendo da quasi 5 miliardi di euro. E lo stipendio dei manager con un aumento per l'amministratore delegato Carlos Tavares del 55 per cento, a 36 milioni di euro.

La Fiom: "Lo stipendio del Ceo Stellantis come quello di mille lavoratori Mirafiori"

"Lo stipendio annuale di  Carlos Tavares – ha commentato Samuele Lodi, segretario nazionale Fiom-Cgil e responsabile settore mobilità – vale il salario di mille lavoratori di Mirafiori. L’assemblea degli azionisti di Stellantis ha approvato con il 30% dei voti contrari lo stipendio dell'amministratore delegato Tavares che è di 23,5 milioni di euro a fronte dei 14,9 del 2022, con un incremento che supera il 55% (più bonus, ndr). Mentre a Mirafiori è stato comunicato l'aumento dell'utilizzo della cassa integrazione per le lavoratrici e i lavoratori, che continuano a pagare le conseguenze di scelte sbagliate e di assenza di politiche industriali nel nostro Paese".

Immagine

In tutti gli altri stabilimenti, ha aggiunto il sindacalista, "la situazione e soprattutto la prospettiva non sono certamente migliori. Allo sciopero unitario dell'automotive a Torino non sono arrivate risposte da parte di Stellantis e del Governo. È necessario il rilancio di tutti gli stabilimenti attraverso nuove missioni produttive, investimenti nella ricerca e sviluppo e garanzie per l'occupazione, anche per le aziende della componentistica. È sempre più urgente l’incontro a Palazzo Chigi con la Presidente Meloni e l'amministratore delegato Tavares per salvare e rilanciare Stellantis e la filiera dell'automotive".

4.944 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views