Quattro ragazzi, tra di loro c’è anche un minorenne, hanno picchiato a morte un anziano di 89 anni per rubargli i soldi che aveva in casa. Con questa accusa sono stati arrestati dai Carabinieri di Siena. Il delitto si è consumato a Chiusi: i presunti responsabili sono tutti residenti nella zona. Si tratta di un 23enne e di un 21enne originari della provincia di Foggia, un 24enne nato in Costa d’Avorio e un 17enne. I primi tre sono finiti in carcere mentre il minorenne è stato affidato a una struttura fiorentina. A trovare il corpo senza vita del vecchietto, il primo agosto scorso, era stato suo nipote. Inizialmente il decesso dell’89enne sembrava avvenuto per cause naturali e invece è stata poi appurato che l’anziano sarebbe morto in seguito dalle botte della baby gang.

L’anziano lasciato agonizzante in casa – Secondo quanto ricostruito i quattro giovani arrestati, a volto coperto e armati di una scacciacani, hanno fatto irruzione nella casa dell’anziano, l’hanno immobilizzato, l’hanno picchiato e poi sono scappati con 200 euro. Soldi che avrebbero poi speso in un locale nel fine settimana.  Le indagini hanno appurato che quando la baby gang ha concluso il raid l’anziano era ancora vivo: i giovani l’hanno lasciato agonizzante a terra in casa. I Carabinieri sono riusciti ad arrestare i quattro ragazzi mentre stavano preparandosi a lasciare la provincia di Siena.