214 CONDIVISIONI
22 Dicembre 2020
10:18

Sbranata dai cani a Grugliasco, la figlia indagata per omicidio colposo

La figlia della donna sbranata e uccisa da cinque lupi cecoslovacchi in casa sua a Grugliasco è stata iscritta dalla procura di Torino nel registro degli indagati per omicidio colposo. Un atto dovuto visto che quei cinque cani lupo erano di sua proprietà e dunque era lei la persona che doveva tenerne cura.
A cura di Antonio Palma
214 CONDIVISIONI

“Mia mamma era abituata a stare con loro e i cani non le avevano mai fatto nulla” così si è giustificata davanti agli inquirenti la figlia di Mariangela Zaffino, la donna sbranata dai cani lupo in casa sua venerdì pomeriggio a Grugliasco, nell’hinterland torinese. Proprio lei però è finita al centro dell’inchiesta coordinate dal pm di Torino Francesca Traverso che ipotizza il reato di omicidio colposo

La sua iscrizione nel registro degli indagati è atto dovuto e quasi scontato visto che quei cinque cani lupo, esattamente degli esemplari di lupo cecoslovacco, erano di sua proprietà e lei dunque doveva tenerne cura. Gli inquirenti infatti vogliono accertare se la donna abbia messo in atto tutti i comportamenti corretti per tenere in sicurezza gli animali e soprattutto capire se il lasciarli alla anziana madre in sua assenza sia stata o meno una scelta avventata. Gli animali, che ora sono tenuti all’interno dei locali veterinari dell’università a Grugliasco, rischiano la soppressione.

Per analizzare il loro comportamento i cinque animali intanto saranno sottoposti a perizie da parte di un veterinario e di un esperto di animali a cui nelle prossime ore sarà affidato l’incarico dalla Procura del capoluogo piemontese. Al momento pare escluso che la vittima 74enne sia stata vittima di un malore perché molti vicini hanno raccontato di averla udite chiedere aiuto. Il gruppo di animali l’ha attaccata in branco lasciandola in una pozza di sangue.  A scoprire con orrore il suo cadavere è stata proprio la figlia. “Ero appena tornata da lavorare. Non era insolito che i cani stessero con mia madre quando non c’ero. Non hanno mai dato problemi” ha raccontato sconvolta la ragazza che fa la volontaria per un’associazione che si occupa proprio di cani che hanno avuto problemi comportamentali

214 CONDIVISIONI
Omicidio dell'ex insegnante Natalia Chinni, indagato il vicino: "Ero con mia moglie, non l'ho vista"
Omicidio dell'ex insegnante Natalia Chinni, indagato il vicino: "Ero con mia moglie, non l'ho vista"
Omicidio Nada Cella, la madre: "Vivo solo per sapere cosa sia accaduto a mia figlia"
Omicidio Nada Cella, la madre: "Vivo solo per sapere cosa sia accaduto a mia figlia"
Omicidio Nada Cella, possibile svolta: trovate tracce di sangue sullo scooter di Annalucia Cecere
Omicidio Nada Cella, possibile svolta: trovate tracce di sangue sullo scooter di Annalucia Cecere
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni