Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi
27 Marzo 2013
14:57

Sarah Scazzi uccisa da Michele Misseri: è la tesi dell’avvocato di Sabrina

Il Tribunale di Taranto ha stabilito che il processo Scazzi deve andare avanti con gli stessi giudici togati e dunque, nella giornata odierna, la parola è tornata a Franco Coppi, legale di Sabrina Misseri. Perché “zio Michele” ha ucciso Sarah? “Movente sessuale”.
A cura di Susanna Picone
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi

Stamane, dopo che il presidente del Tribunale di Taranto ha respinto l’astensione dei giudici sollecitata in seguito alla diffusione di un fuorionda imbarazzante, la parola in aula è tornata all’altro avvocato di Sabrina Misseri, il difensore Franco Coppi. La sua arringa arriva due giorni dopo quella del collega Nicola Marseglia secondo il quale la cugina della 15enne uccisa ad Avetrana è estranea al delitto. Ed è questa la stessa tesi dell’avvocato Coppi il quale, dopo aver speso ancora due parole sulla richiesta di astensione dei giudici di Taranto, è tornato sul processo e ha spiegato perché sarebbe stato Michele Misseri a uccidere Sarah Scazzi. Lo zio della ragazzina, accusato “solo” di occultamento di cadavere, più volte ha detto di essere il vero responsabile dell’omicidio della giovane e, secondo l’avvocato di sua figlia Sabrina, la Corte deve credere alle sue parole. “Michele Misseri di fronte a voi ha dichiarato di essere l’unico assassino di Sarah Scazzi e non basta dire che è un bugiardo per cancellarlo”, l’avvocato ha sostenuto che pur contraddicendosi nelle sue diverse versioni Misseri è senza dubbio l’assassino della nipote. Perché l’ha uccisa? La difesa di Sabrina parla di movente di natura sessuale perché alcuni giorni prima del delitto lo zio avrebbe tentato un approccio nei riguardi della 15enne.

“Dobbiamo liberarci dai pettegolezzi delle donnette di paese” – Secondo Coppi per evitare il carcere il contadino di Avetrana accusò ingiustamente la figlia anche perché qualcuno lo aveva convinto che Sabrina avrebbe dovuto scontare appena due anni di reclusione. "Noi non trasformiamo in realtà sogni che hanno la consistenza della schiuma del mare", si è espresso in questi termini in aula il professore riferendosi al sogno del fioraio che disse di aver assistito al sequestro. "Dobbiamo liberarci dalle suggestioni del senso comune, dai pettegolezzi delle donnette di paese, sostituendo al senso comune il buon senso", ha aggiunto il difensore di Sabrina. L’avvocato, nel corso della sua arringa, ha definito unico questo processo anche per il numero di testimoni per cui è stata chiesta l’incriminazione per falsa testimonianza: “Qui non si può dire una parola in favore di Sabrina che immediatamente si finisce sotto processo". Ricordiamo che la procura ha chiesto, per Sabrina Misseri e la madre Cosima Serrano, la condanna all’ergastolo.

Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni