A 83 anni, per complicanze dovute al Covid, si è spento a Reggio Emilia Ro Marcenaro, illustratore e fumettista e "padre" di numerosi personaggi che hanno fatto la storia dei cartoni animati. Era originario di Genova, ma viveva a Stiolo di San Martino in Rio, dove dal 1980 aveva fondato una fattoria multimediale che conduceva assieme ai figli. Fu tra i primi a fare disegno animato in Italia, realizzando spot pubblicitari (il più famoso è quello degli anni '70 del Fernet Branca realizzato con plastilina), ma anche videoclip musicali come l'album ‘Matto come un gatto" di Gino Paoli.Famosi suoi fumetti di satira politica Tra i suoi ultimi lavori la "Costituzione illustrata".

Quella di Marcenaro era una personalità poliedrica, fu anche direttore di un paio di televisioni private. Con le sue realizzazioni a fumetti ed editoriali aveva pure vinto importanti riconoscimenti.  Con le sue vignette ha lasciato un segno indelebile anche nel mondo dell’editoria, collaborando con testate di primo piano come Panorama, Repubblica, La Gazzetta dello Sport e tante altre Ultimamente produceva filmati con tecnica mista realizzando campagne informative per più enti. . Risale invece al 1976 la trasposizione a fumetti del Manifesto Comunista.

“La scomparsa di Ro Marcenaro priva la comunità di Reggio Emilia di uno degli intellettuali più curiosi, attivi e culturalmente fecondi degli ultimi decenni” sono le parole di cordoglio del sindaco Luca Vecchi, mentre il Movimento 5 Stelle, che lo ha conosciuto come simpatizzante e consulente alla comunicazione, lo saluta ricordandone “lo spirito critico e costruttivo e il genio artistico sempre improntato al bene comune”.