Cani bagnino che in una domenica di caldo torrido hanno salvato in mare diversi bambini. È accaduto ieri a Ostia Ponente (Roma), dove un gruppo di persone formato da due adulti e alcuni adolescenti si è trovato in difficoltà oltre gli scogli, e quasi contemporaneamente ad Alcamo Marina (Trapani), dove i cani hanno salvato dal mare tre bambini di sette, otto e dieci anni. Gli “eroi” siciliani sono quattro labrador maschi, Nerone e Theo di 6 anni, Barry di 3 anni e il più giovane Toffee di 2 anni. “L'intervento delle quattro Unità Cinofile che operano sulla spiaggia libera di Alcamo Marina, in provincia di Trapani – è quanto spiega l'unità cinofila – è stato provvidenziale alle 16 e 15 minuti, quando gli operatori Sics notano un gruppo di tre bambini di 7, 8 e 10 anni che, nel mare mosso, si allontanano pericolosamente al largo. Ad un tratto, una delle due bambine, a circa 60 metri dalla riva, viene sovrastata da un'onda e scompare per qualche istante tra la schiuma”. Gli operatori Sics  sono intervenuti immediatamente con i quattro bagnini a quattro zampe, appunto i labrador Nerone, Theo, Barry e Toffee.

I cani hanno raggiunto i bambini in difficoltà in mare e al ritorno a riva hanno trovato una folla di bagnanti che li ha accolti con un lungo applauso. Per le Unità Cinofile Sics di Alcamo Marina, fortemente volute dall'amministrazione comunale e diventate ormai un punto di riferimento, si tratta del terzo soccorso di rilievo dall'inizio della stagione. “Nella settimana da bollino rosso sulle spiagge italiane, tutte le Unità Cinofile Sics sono impegnate al massimo nella prevenzione di ogni possibile incidente. I due soccorsi di domenica, a distanza di un'ora l'uno dall'altro, dimostrano ancora una volta, quanto la presenza dei nostri operatori sia fondamentale nelle situazioni di difficoltà, soprattutto quando le spiagge sono affollate come in queste settimane di agosto”, ha spiegato Roberto Gasbarri, responsabile della Sics dell'area Centro-Meridionale.